Congedo straordinario con legge 104, il familiare ha 80 anni, è possibile?

Congedo legge 104 per il fratello disabile con il genitore di anni 80, è possibile fare domanda?

di Angelina Tortora, pubblicato il
Pensione e Congedo straordinario e ricovero legge 104 e gli aventi diritto

Buongiorno, ho un fratello disabile in stato di gravità, usufruisco della 104 per i permessi mensili, volevo sapere se era possibile usufruire dei permessi di congedo dei 2 anni retribuiti considerando che il fratello vive con la mamma 80enne e invalidità al 100% (senza gravità) è papà separato che vive altrove, dalle note inps c’è scritto che i genitori devono essere deceduti o inabili in questo caso hanno 80 anni posso fare richiesta ugualmente o spetta a loro curare il fratello? Grazie.

Risposta

Nel congedo straordinario a differenza dei permessi per legge 104, vige il diritto di priorità, abbiamo redatto una guida che spiega quando e come è possibile chiedere il congedo straordinario legge 151 in base alla priorità genitoriale: Congedo straordinario e diritto di priorità per assistere il familiare con legge 104

L’art. 4 del Decreto Legislativo 18 luglio 2011, n.119 pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 27 luglio 2011 ed entrato in vigore l’11 Agosto 2011, ha modificato l’art. 42 – comma 5 del decreto legislativo 151/2001. Le novità introdotte non hanno variato la platea dei fruitori, ma hanno stabilito un preciso ordine di priorità per l’accesso al beneficio che è fissato come segue:

  • coniuge convivente con la persona con disabilità grave (cfr. Corte Costituzionale, sentenza n. 158 del 18.4.2007) e componenti dell’unione civile conviventi equiparati al coniuge dalla Legge 20 maggio 2016, n. 76  (detta legge Cirinnà);
  • in caso di mancanza, decesso o patologie invalidanti, subentrano i genitori anche adottivi;
  • in caso di mancanza, decesso o patologie invalidanti, subentrano i figli conviventi (cfr. Corte Costituzionale, sentenza n. 19 del 26.1.2009);
  • in caso di mancanza, decesso o patologie invalidanti, subentrano i fratelli conviventi (cfr. Corte Costituzionale, sentenza n. 233 del 6.6.2005);
  • e in ultimo, il parente o l’affine entro il terzo grado convivente in caso di mancanza, decesso o patologie invalidanti degli altri soggetti individuati dalla norma, a prendersi cura della persona in situazione di disabilità grave (cfr. Corte Costituzionale, sentenza n. 203 del 18 luglio 2013).

L’ordine di priorità è vincolante.

Congedo straordinario legge 104: l’età non va considerata

L’età purtroppo non va considerata, bisogna rispettare l’ordine di priorità familiare. Diversamente invece è per i permessi legge 104, per maggiori informazioni al riguardo, consiglio di leggere: Permessi legge 104 e congedo straordinario, gli aventi diritto, le differenze

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lettere, Quesiti congedo straordinario legge 151, News lavoro, Legge 104

I commenti sono chiusi.