Cessione o sconto in fattura dei bonus edilizi, canale aggiornato dal 4 febbraio

Il 4 febbraio sarà aggiornato il canale per la trasmissione delle comunicazioni di cessione o sconto in fattura relative ai bonus edilizi.

di , pubblicato il
cartelle-agenzia-entrate

L’Agenzia delle entrate, con un comunicato stampa del 28 gennaio 2022, ha reso noto che il 4 febbraio 2022 sarà aggiornato il canale per la comunicazione dell’opzione di cessione o sconto in fattura relativamente ai bonus edilizi. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Bonus Edilizi, il 4 febbraio sarà aggiornato il relativo canale

Come già detto in apertura, il 4 febbraio sarà aggiornato il canale per la trasmissione delle comunicazioni delle opzioni di cessione o sconto in fattura relative ai bonus edilizi in base alle modifiche introdotte dalla legge di Bilancio 2022 (legge n. 234/2021). È quanto reso noto dall’Agenzia delle entrate con il comunicato stampa del 28 gennaio 2022.
I contribuenti, spiega l’Ade, “potranno comunicare le opzioni esercitate per gli interventi di importo complessivo non superiore a 10 mila euro e per i lavori in edilizia libera, senza necessità del visto di conformità”. Ricordiamo che l’obbligo del visto di conformità rimarrà per il Bonus facciate e il Superbonus.
Dal 4 febbraio sarà anche possibile trasmettere le comunicazioni relative alle spese sostenute nel 2022, tenendo conto delle novità introdotte dalla legge di bilancio 2022.
Soltanto in un secondo momento, la procedura sarà adeguata anche per consentire la trasmissione delle comunicazioni delle opzioni relative alle spese sostenute nel 2022 per gli interventi finalizzati al “superamento e all’eliminazione di barriere architettoniche in edifici già esistenti” (cosiddetto bonus ascensore).
Infine, si legge nel comunicato, sono state aggiornate le risposte alle domande frequenti (Faq) dell’Agenzia delle entrate relativamente ad alcuni casi concreti analizzati alla luce delle novità normative introdotte dalla legge di Bilancio 2022.

 

Articoli correlati

Argomenti: ,