Prima casa e mancato passaggio di residenza: quando non si perdono i benefici?

Quando, se non si trasferisce la residenza entro 18 mesi dell'acquisto dell'immobile, non si decade dai benefici per la prima casa?

di , pubblicato il
Quando, se non si trasferisce la residenza entro 18 mesi dell'acquisto dell'immobile, non si decade dai benefici per la prima casa?

Cosa accade quando, dopo l’acquisto della prima casa fruendo dei benefici previsti, non si trasferisce la propria residenza nell’immobile nei 18 mesi di tempo previsti? Si perde il diritto ai benefici prima casa?

Quando il mancato trasferimento della residenza nel comune ove è ubicato l’immobile acquistato come prima casa non avviene per motivi di forza maggiore non si decade dai benefici previsti per l’acquisto dell’immobile. Il motivo di forza maggiore, però, deve essere sopravvenuto in un momento successivo a quello di stipula del contratto di acquisto dell’immbile così come chiarito dalla risoluzione 140/E del 2008 dell’Agenzia delle Entrate. Il caso di forza maggiore ricorre quando un impedimento oggettivo e non prevedibile, quindi, si verifica e non può essere evitato dopo la stipula dell’atto di acquisto dell’immobile.In questo caso, quindi, non si decade dai benefici dell’acquisto prima casa.

Argomenti: , ,