Boom di gettito delle addizionali Irpef regionali e comunali: +52% negli ultimi 10 anni

Le addizionali Irpef regionali e comunali si sono trasformate in un aggravio sempre più pesante.

di , pubblicato il
Le addizionali Irpef regionali e comunali si sono trasformate in un aggravio sempre più pesante.

Il gettito delle addizionali Irpef regionali e comunali, negli ultimi 10 anni, è aumento del 52%.

Nel 2018 l’incasso ha raggiunto i 17,3 miliardi di euro (10,6% dell’Irpef). L’onere medio su chi è soggetto a questo tributo aggiuntivo è così balzato a 568 euro annui (367 nel 2009).

E’ quanto emerge da un’analisi del network Elexia realizzata su dati Mef, anno di imposta 2018 che ha calcolato la media riferendosi ai soli contribuenti soggetti alle addizionali.

Addizionali comunali e regionali, in vista ulteriori rincari?

Secondo il report di Elexia, per i contribuenti italiani le addizionali si sono trasformate in un aggravio sempre più pesante, specie per i redditi medio-alti.

Regioni e Comuni, infatti, hanno via via inasprito le loro aliquote, e, in futuro, si profila un ulteriore rincaro.

Roma da Record

Maglia nera per la capitale. Considerando la combinazione delle due addizionali, comunale e regionale, Roma ha il record fra i capoluoghi di regione.

In particolare, “l’onere pro-capite per chi è soggetto alle due imposte è stato nel 2018 di ben 1.027 euro annui, circa il doppio della media nazionale”.

l risultato medio risulterebbe più basso, avverte la ricerca Elexia, considerando l’intera popolazione di contribuenti, “ma così non rifletterebbe il peso reale delle addizionali, che va riferito a chi effettivamente le paga”.

Articoli correlati

Argomenti: , ,