Bonus Tv, come capire se la propria televisione è compatibile con il DVB-T2?

In questa guida, suggeriamo come capire se la propria TV è compatibile con il DVB T2 e come ottenere il Bonus Tv, il contributo statale che 'aiuta' gli utenti a cambiare televisore.

di , pubblicato il
In questa guida, suggeriamo come capire se la propria TV è compatibile con il DVB T2 e come ottenere il Bonus Tv, il contributo statale che 'aiuta' gli utenti a cambiare televisore.

A decorrere da settembre 2021 fino a luglio 2022, si passerà al DVB T2, un nuovo standard televisivo che non tutti i televisori saranno in grado di ricevere.

In questa guida, suggeriamo come capire se la propria TV è compatibile con il DVB T2 e come ottenere il Bonus Tv, il contributo statale che ‘aiuta’ gli utenti a cambiare televisore.

Esiste un test per capire se il tuo televisore potrà supportare o meno il nuovo formato.

Come capire se la propria TV è compatibile con il DVB T2, prima di pensare al Bonus Tv

Fin d’ora, puoi eseguire un semplice test per capire se il tuo televisore sarà in grado di supportare il DVB T2.

Sintonizzati sul canale 100 (test Rai) o sul canale 200 (test Mediaset).

Se compare una schermata statica con la scritta “Test HEVC Main10” significa che il tuo apparecchio sarà in grado di ricevere il nuovo segnale tv dopo luglio 2022.

Al contrario, se provando a sintonizzarti sul canale 100 o 200 visualizzerai uno schermo nero o questi due canali risulteranno addirittura non sintonizzati, il tuo televisore potrebbe non essere abilitato al nuovo standard DVB T2.

Per avere un’ulteriore conferma, dovrai sintonizzare di nuovo tutti i canali e ritentare con i canali 100 o 200.

A questo punto, i canali potrebbero non sintonizzarsi (Tv non abilitata) oppure potrebbe comparire la scritta “Test HEVC Main10” confermando che la tua Tv è compatibile.

Potresti anche visualizzare lo schermo nero (segno che la Tv non è compatibile col nuovo standard) oppure i canali 100 e 200 vengono ricevuti ma compare un’altra emittente. In quest’ultimo caso, puoi spostare su un numero differente questa emittente televisiva tramite settaggio e risintonizzare.

Il ‘main10’ della fatidica scritta ‘Test HEVC Main10’ sta a significare formato a 10 bit ma non è ancora detto che dopo il mese di luglio 2022 verrà adottato tale formato.

Al contrario, potrebbe essere adottato l’8 bit e sarebbe una buona notizia perché molte Tv acquistate tra il 2016 e il 2018 potrebbero ricevere, alla fine, il segnale anche se oggi non riescono.

In linea generale, i modelli di Tv acquistati dopo il 1° gennaio 2017 dovrebbero supportare il nuovo standard.

Bonus Tv: come ottenerlo

Il Bonus Tv previsto dal DL del ministero dello Sviluppo Economico è un incentivo statale fino a 50 euro che aiuterà l’utente ad adeguare il proprio apparecchio oppure ad acquistarne uno nuovo che supporti lo standard DVB-T2.

Se l’utente avesse bisogno di un decoder che costa meno riceverebbe un bonus ridotto.

Per questo bonus sono stati stanziati 151 milioni di euro (dal 18 dicembre fino al 2022).

Il Bonus Tv spetta a famiglie con reddito Isee fino a 20mila euro.

Per ottenerlo è necessario scaricare un modulo dal sito del Mise con cui l’utente autocertifica il diritto all’incentivo statale.

Sarà il negoziante ad erogare il bonus al momento dell’acquisto: dovrà inserire sul sito dell’AdE il codice fiscale dell’acquirente, i dati del documento d’identità e quelli identificativi del prodotto acquistato. Il negoziante recupererà lo sconto tramite credito d’imposta nella prima dichiarazione dei redditi utile.

Argomenti: ,