Bonus Tv fino a 50 euro anche nel 2021

Rinnovato il bonus TV per acquistare un apparecchio di nuova generazione. Lo sconto vale 50 euro ma serve certificato Isee.

di , pubblicato il
Rinnovato il bonus TV per acquistare un apparecchio di nuova generazione. Lo sconto vale 50 euro ma serve certificato Isee.

Fra i vari bonus e micro bonus approvati con la legge di bilancio, compare anche il bonus TV. Come per il 2020, la legge prevede l’erogazione di un voucher del valore di 50 euro per acquistare una televisione nuova.

L’apparecchio deve però essere di nuova generazione, con incorporato il decoder per il passaggio dal 2022 alla nuova tecnologia digitale per liberare le frequenze destinate al 5G.

Anche per il 2021 sono stati stanziati i fondi necessari (il plafond è di 151 milioni di euro per tre anni), ma è ragionevole pensare che non saranno spesi tutti. Anzi, molti, come sempre, si preoccuperanno solo all’ultimo momento. Nel 2020, solo poco più di 100 mila famiglie hanno approfittato del bonus TV attingendo a poco più di 5 milioni di euro dal fondo.

Come si ottiene il bonus Tv

Ma come funziona esattamente il bonus TV e cosa si deve fare per ottenerlo? Innanzitutto bisogna dire che l’incentivo proposto dal governo non è per tutti. All’atto dell’acquisto presso il rivenditore, che sia un negozio fisico oppure online, bisognerà allegare la certificazione Isee che non dovrà essere superiore a 20.000 euro per nucleo familiare.

Bisognerà poi autocertificare la composizione del proprio nucleo familiare perché il bonus TV è rivolto ai nuclei familiari e non alle singole persone. Lo sconto sarà applicato a tutta la famiglia, anche se all’atto dell’acquisto bisognerà allegare la carta d’identità e il proprio codice fiscale al quale sarà collegato il bonus TV.

Il contributo, fino a 50 euro, sarà erogato, in un successivo momento, dall’Agenzia delle Entrate mediante credito d’imposta da compensare sul modello F24. Questo significa che il contribuente non riceverà direttamente lo sconto al momento del pagamento, ma un credito da utilizzare solo in fase di pagamento delle tasse.

Sconto massimo 50 euro a famiglia

La procedura appare alquanto complessa e farraginosa e potrebbe far desistere i contribuenti dal richiedere il bonus TV. Anche perché lo sconto è limitato a 50 euro e sarà commisurato con il valore dell’apparecchio da acquistare e con l’indicatore Isee.

Come per il 2020, quindi, si prevede che il valore massimo del bonus TV sarà concesso solo a quei nuclei familiari che hanno Isee molto basso e che acquisteranno televisori di un certo importo. Anche se questo metodo di calcolo appare complicato, si prevede, in linea generale, che l’incentivo sarà più basso di 50 euro. Al punto che molti negozi proporranno a loro volta sconti diretti e immediati per andare incontro alle esigenze di tutti.

Il passaggio alla nuova tecnologia

L’obiettivo del bonus Tv è favorire dal prossimo anno il passaggio alla nuova tecnologia prevista per i decoder del digitale terrestre. Il nuovo standard per la trasmissione del segnale televisivo Dvbt2, parte dal 2020 e fino al 2022 ha lo scopo di liberare le frequenze destinate al 5G.

Le prime regioni toccate saranno Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania e Sardegna, le ultime, invece, alcune province del veneto, Emilia – Romagna, Marche, Friuli Venezia Giulia, Molise, Puglia, Basilicata e le province di Cosenza e Crotone.

Lo sconto del governo fino a 50 euro è indirizzato a chi deciderà di acquistare un nuovo televisore che supporti lo standard del segnale Dvbt2, o un decoder per abilitare alla ricezione del segnale un vecchio televisore che non è in grado di codificare il nuovo segnale digitale.

Nessuna televisione nuova servirà a chi ha comprato apparecchi dal 2017 in poi. Le nuove tv supportano già il nuovo standard: quindi il bonus Tv riguarda chi vorrà sostituire gli apparecchi comprati prima di quella data o chi vorrà adeguarli collegando un decoder.

Argomenti: ,