Bonus occhiali da 50 euro può raddoppiare nella stessa famiglia?

Il Bonus occhiali è finalmente operativo e può essere richiesto una sola volta da ogni componente del nucleo familiare.

di , pubblicato il
Bonus occhiali

Il bonus occhiali è finalmente operativo. Dopo il via libera del Garante della privacy, infatti, è stato finalmente pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del ministero della Salute che definisce i criteri, le modalità e i termini di erogazione del contributo.
Adesso, ci sono due buone notizie che dobbiamo darvi: la prima è che il bonus occhiali è retroattivo, cioè e valido anche per gli acquisti già effettuati in precedenza. La seconda è che il contributo spetta anche a più soggetti dello stesso nucleo familiare. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Cos’è e a chi spetta questo nuovo sconto?

Il bonus occhiali non è altro che un contributo da 50 euro per l’acquisto di occhiali e di lenti a contatto correttive. Il bonus spetta solamente ai soggetti con un reddito ISEE inferiore 10 mila euro.
Il contributo nasce con la Legge di bilancio 2021, che ha previsto uno stanziamento da 15 milioni di euro per il triennio 2021, 2022 e 2023 (5 milioni di euro all’anno).

Si tratta, dunque, di una misura non recente, ma resa operativa soltanto da pochi giorni, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del relativo decreto attuativo. Lo stesso può essere richiesto una sola volta per ogni componente del nucleo familiare. Inoltre, chi ha già acquistato gli occhiali o le lenti correttive in passato, può presentare la domanda per ottenere il rimborso.

Bonus occhiali, procedura per la richiesta del voucher o del rimborso

Per ottenere il bonus occhiali è possibile seguire due distinte procedure, a seconda che si tratti della richiesta di voucher o di rimborso.
Per il voucher, i richiedenti dovranno registrarsi sulla relativa piattaforma web messa a disposizione dal Ministero della Salute e fornire un’autocertificazione con i dati ISEE.

Al termine della procedura, sarà rilasciato un voucher dal valore di 50 euro che potrà essere utilizzato entro 30 giorni presso i fornitori di occhiali correttivi o lenti a contatto da vista accreditati.
Chi li ha già acquistati in passato (a partire dal 1° gennaio 2021) potrà invece richiedere il rimborso. In questo caso, la domanda dovrà essere accompagnata dai seguenti documenti:

  • autocertificazione del rispetto dei requisiti Isee;
  • Iban del conto corrente sul quale sarà poi accreditato il bonus 50 euro;
  • copia dello scontrino o della fattura che comprovano l’acquisto che dà diritto al bonus occhiali.

Attenzione: il bonus verrà assegnato in base all’ordine cronologico di arrivo delle domande fino all’esaurimento dei fondi.

Argomenti: ,