Bonus Mobilità: ecco i nuovi incentivi per l’anno 2021

Con l'ultima Legge di Bilancio arriva il Bonus Mobilità che prevede nuovi incentivi per l'anno 2021. Questo bonus, noto anche come Bonus bici, lo scorso anno ha avuto un grande successo.

di , pubblicato il
Con l'ultima Legge di Bilancio arriva il Bonus Mobilità che prevede nuovi incentivi per l'anno 2021. Questo bonus, noto anche come Bonus bici, lo scorso anno ha avuto un grande successo.

Con l’ultima Legge di Bilancio arriva il Bonus Mobilità che prevede nuovi incentivi per l’anno 2021. Questo bonus, noto anche come Bonus bici, lo scorso anno ha avuto un grande successo. Biciclette e monopattini sono andati a ruba grazie allo sconto fino al 60% per l’acquisto di un mezzo sostenibile per un importo massimo di 500 euro.

L’ultima manovra ha destinato 20 milioni di euro per l’acquisto di scooter elettrici e non solo. Si tratta di sostegni proposti un paio di anni fa dal governo Conte mai resi operativi, previsti dal Decreto Clima. Il ministero dell’Ambiente, entro 60 giorni dall’entrata in vigore del Decreto Clima (ovvero dal 15 ottobre 2019), avrebbe dovuto emanare un decreto attuativo per definire le modalità di accesso all’incentivo ma, dopo 2 anni, il decreto è rimasto ancora fermo.

Questo decreto è finalizzato a contrastare i cambiamenti climatici ed a migliorare la qualità dell’aria per la piena attuazione della direttiva 2008/50/CE.

Il fondo attualmente disponibile sarà stanziato nel limite di 20 milioni di euro anche per il 2022 e il 2023. Ogni anno, dal 2024 al 2026, aumenterà fino ad arrivare a 30 milioni di euro massimo.

Bonus Mobilità: i dettagli sugli incentivi 2021

Il Bonus Mobilità 2021 prevede uno sconto del 30% sul prezzo di acquisto di un motorino elettrico. Lo sconto verrà applicato direttamente dal venditore fino a massimo 3.000 euro (IVA esclusa).

Chi rottama un vecchio scooter di classe Euro 0, 1, 2 o 3 potrà beneficiare di uno sconto del 40% fino a massimo 4.000 euro.

Coloro che risiedono in centri cittadini con elevati livelli di inquinanti (oltre i limiti di emissioni previsti dalle norme europee) potranno ottenere un contributo di 500 euro per la rottamazione del vecchio scooter di classe Euro 2 o 3, nonché di 1.500 euro per la rottamazione dell’auto di classe Euro 3.

Il bonus mobilità viene riconosciuto per ogni mezzo demolito per l’acquisto di bici (con o senza pedalata assistita) e di abbonamenti al trasporto locale e regionale (anche a favore di persone conviventi).

Fa parte della macrocategoria Bonus Mobilità il Bonus cargo bike, introdotto quest’anno, che include anche bici da impiegare in ambito delivery per piccole imprese o microimprese. Per questo bonus si riconosce un credito d’imposta del 30% fino ad un importo massimo annuale di 2.000 euro.

Chi può richiedere il Bonus Mobilità

Il Bonus Mobilità 2021 spetta a soggetti maggiorenni residenti in città con meno di 50mila abitanti, nei Comuni con più di 50mila abitanti e nelle città metropolitane (Roma, Milano, Torino, Venezia, Napoli, Palermo, Bari, Bologna, Catania, Genova, Cagliari, Firenze, Messina, Reggio Calabria).

Si può accedere anche con la Legge 104 (handicap motorio) fruendo di una detrazione Irpef pari al 19% delle spese di acquisto di mezzi sostenibili senza limite di importo.

Si attendono maggiori dettagli dal Governo riguardo alle modalità di accesso all’incentivo.

Argomenti: ,