Bonus animali, cosa cambia dal 2021?

La Legge di Bilancio 2021 ha aumentato il tetto massimo di spese veterinarie detraibili a 550 euro.

di , pubblicato il
La Legge di Bilancio 2021 ha aumentato il tetto massimo di spese veterinarie detraibili a 550 euro.

La Legge di Bilancio 2021 ha aumentato il tetto massimo di spese veterinarie detraibili a 550 euro.

Nel 2020 la soglia di spese detraibili era stata portata a 500 euro, ma con la Legge di Bilancio 2021 il tetto massimo è stato elevato a 550 euro.

Bonus Animali: cosa è cambiato con la Legge di Bilancio 2021?

Buone notizie per gli amanti degli animali domestici che possono beneficiare di un aumento della soglia massima di spese veterinarie detraibili.

È quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2021, anche se si tratta di cinquanta euro in più rispetto allo scorso anno, per un ammontare totale di 550 euro da poter portare in detrazione al 19% in dichiarazione dei redditi.

Si ricorda che i pagamenti dal veterinario saranno validi per il rimborso Irpef del 19% solo se effettuati con mezzi di pagamento tracciabili.

La detrazione fiscale si applica sulle somme spese e che superano la franchigia di 129,11 euro.

Bonus Animali 2021: valido solo per le spese pagate con mezzi di pagamento tracciabili

La Legge di Bilancio 2020 ha introdotto l’obbligatorietà sulla tracciabilità di pagamenti come carta, bancomat, versamento bancario o postale.

La novità è in vigore dal 2020, ma valida per la dichiarazione dei redditi 2021.

I dati delle spese sanitarie e veterinarie sono esclusivamente quelli sostenuti con mezzi di pagamento tracciabili.

L’obbligo di pagamento tracciabile non si applica alle spese sostenute per:

  • le detrazioni per prestazioni sanitarie rese da strutture pubbliche o private accreditate con il SSN,
  • l’acquisto di medicinali e di dispositivi medici.

Bonus Animali: Detrazione spese mediche e veterinarie nella Precompilata 2021

La detrazione spettante per le spese veterinarie è legata al metodo di pagamento (mezzi tracciabili, come carta, bancomat, versamento bancario o postale).

Ai fini dell’elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata 2021 i dati delle spese sanitarie e veterinarie

“sono esclusivamente quelli relativi alle spese sanitarie e veterinarie sostenute con le modalità di cui all’articolo 1, comma 679, della legge 27 dicembre 2019, n.

160, ossia con versamento bancario o postale ovvero mediante altri sistemi di pagamento”.

La spesa veterinaria è detraibile soltanto se pagata con mezzi tracciabili, per questo è necessario controllare che nello scontrino o ricevuta sia evidenziata la modalità di pagamento.

Argomenti: ,