Bollo auto: scadenza, verifica, esenzioni. Tutto sul pagamento 2015

Mini guida completa sul bollo auto 2015, in vista della scadenza del pagamento a fine gennaio e con le novità introdotte dalla legge di stabilità

di , pubblicato il
Mini guida completa sul bollo auto 2015, in vista della scadenza del pagamento a fine gennaio e con le novità introdotte dalla legge di stabilità

Scadenza, modalità di pagamento, anche in ritardo, verifica e calcolo, fino alle esenzioni per il bollo auto, la tassa automobilistica che chiama alla cassa a fine gennaio tutti gli automobilisti. Ecco una mini guida completa con tutte le informazioni per il 2015

Scadenza bollo 2015

Entro il 31 gennaio 2015, chi possiede auto con potenza superiore a 35 kw, è  chiamato alla cassa per il pagamento del bollo scaduto a dicembre 2012. Il bollo auto è divenuto una tassa legata al possesso della vettura.

 Calcolo bollo auto: ecco come fare

Innanzitutto si deve determinare l’importo della tassa. Il calcolo  viene fatto on line tramite il servizio offerto dall’Agenzia delle entrate, dove si può effettuare il calcolo o tramite la potenza del veicolo espressa in chilowatt o cavalli vapore, direttiva euro, regione di immatricolazione, tipologia di veicolo ovvero direttamente inserendo la targa del veicolo, di calcolare l’importo della tassa. Si deve ricordare che sono le singole regioni che stabiliscono l’importo, le esenzioni e le agevolazioni per il pagamento della tassa. E’ utile a questo punto effettuare una verifica sui bolli arretrati,

Verifica pagamento bollo auto

Il primo sistema per la verifica del pagamento bollo auto è quello di collegarsi al sito dell’Agenzia delle entrate, che mediante un’apposita sezione, consente di verificare il pagamento del bollo auto, inserendo la regione di residenza, la categoria del veicolo, la targa del veicolo e l’anno di pagamento. ( Clicca qui  Verifica  bollo auto Agenzia Entrate). Per tutti gli altri casi, la verifica del pagamento del bollo auto può essere fatta on line sul sito dell’ACI. Sul portale dell’ACI infatti, inserendo informazioni quali il tipo di veicolo e la targa, è possibile controllare il pagamento del bollo auto. (Clicca qui Verifica bollo auto ACI).

Pagamento bollo auto: le modalità

Una volta calcolato e verificato l’importo, l’automobilista può recarsi presso gli uffici provinciali A.C.I. e le delegazioni A.C.I., gli uffici postali,  tabaccai autorizzati e le Agenzie pratiche auto autorizzate. In tal caso al momento del pagamento si chiederà di pagare anche una commissione fissa di 1,87 euro.

APPROFONDISCI

Bollo auto: tutto sul calcolo e il pagamento

Verifica pagamento bollo auto, tutto sulla procedura

Esenzione pagamento bollo auto: ecco per chi

Oggi la legge prevede l’esenzione dal bollo auto per:

  • soggetti disabili
  • auto elettriche o a metano o GPL

Per quanto riguarda le persone disabili, queste hanno la possibilità di richiedere l’esenzione quando sono non vedenti e sordomuti, portatori di handicap psichico o mentale titolari di indennità di accompagnamento, disabili con gravi limitazioni della capacità di deambulazione o pluriamputati e disabili con ridotte capacità motorie, anche con limitazione della deambulazione non grave. Sono esenti dal bollo autoveicoli e le motocarrozzette, e le vetture adibite al trasporto promiscuo per essere esenti, devono avere una cilindrata non superiore ai 2.000 cc (se benzina) o i 2.800 cc (se diesel).

Esenzione bollo auto 2015: le novità

La recente legge di stabilità 2015 ha abolito l’esenzione per il bollo bollo auto per i mezzi ultraventennali ma resta per gli ultra 30ennali. Ultraventennali sono le auto che fino al 2014 godevano dell’esenzione del bollo se appartenenti alle liste di modelli di interesse compilate da ASI (Automobil club italiano) e FMI ( Federazione motociclista italiana). L’esenzione ora scatta al 30esimo anno.   APPROFONDISCI Esenzione bollo auto disabili, storiche: chi non paga e le novità Bollo auto: pagamento in ritardo, sanzioni e prescrizione

Argomenti: