Agevolazioni fiscali casa, la guida aggiornata dell’Agenzia delle Entrate: tutte le novità dal 2022

Nuova versione aggiornata a novembre 2021 della guida “Agevolazioni fiscali casa”. Vediamo le principali ed ultime novità

di , pubblicato il
Agevolazioni fiscali casa, l’Agenzia delle Entrate aggiorna la guida

L’Agenzia delle Entrate aggiorna la guida dedicata alle agevolazioni fiscali casa, recependo le novità introdotte con il decreto Sostegni bis.

Il vademecum, che aiuta gli acquirenti di immobili negli adempimenti fiscali e nelle agevolazioni previste dal legislatore è, quindi, ora aggiornato al mese di novembre 2021.

La Guida dell’Agenzia delle Entrate

Nella nuova versione della guida dedicata alle agevolazioni fiscali casa, l’Amministrazione finanziaria parla delle imposte ordinarie che si pagano a fronte dell’acquisto degli immobili.

Altro capitolo continua ad essere dedicato all’agevolazione prima casa. Quindi, sono riepilogati i requisiti richiesti e le imposte ridotte che si pagano in questo caso. In dettaglio, a questo proposito ricordiamo, che il presenza di tutti i requisiti richiesti, per l’acquisto della prima casa si pagano queste imposte:

  • nel caso di acquisto non soggetto ad IVA:
    • imposta di registro pari al 2% (invece che 9%) del valore dell’immobile (con importo minimo di 1.000 euro)
    • imposte ipotecarie e catastali pari a 50 euro ciascuna
  • nell’ipotesi di acquisto soggetto ad IVA:
    • aliquota IVA 4% (invece che 10%)
    • imposte di registro, imposte ipotecarie e catastali pari a 200 euro ciascuna

Guida agevolazioni fiscali casa: il motivo dell’aggiornamento

L’aggiornamento della guida agevolazioni fiscali casa si è reso necessario al fine di recepire la novità di cui al decreto Sostegni bis. Quest’ultimo, infatti, ha introdotto agevolazioni in favore dei giovani fino a 36 anni (con ISEE non superiore a 40.000 euro) ed acquirenti di una “prima casa”. In dettaglio, per atti di compravendita stipulati nel periodo 26 maggio 2021 – 30 giugno 2022, si stabilisce, per tali soggetti:

  • l’esenzione dal pagamento dell’imposta di registro, ipotecaria e catastale
  • il riconoscimento di un credito d’imposta di ammontare pari all’IVA (in caso di acquisto soggetto a tale imposta)
  • esenzione dall’imposta sostitutiva per i finanziamenti erogati per l’acquisto, la costruzione e la ristrutturazione di immobili ad uso abitativo.

I requisiti per il bonus casa under 36

Il bonus prima casa under 36, si applica a condizione che, congiuntamente, ricorrano i seguenti requisiti:

  • valore ISEE non superiore a 40.000 euro annui
  • non aver compiuto il 36° anno di età nell’anno in cui è stipulato l’atto di acquisto della “prima casa”
  • rispettare i requisiti per l’applicazione dell’agevolazione prima casa previsti dalla Nota II-bis all’articolo 1 della Tariffa, parte prima, allegata al TUR (Testo Unico Imposta di Registro).

Come anticipato deve trattarsi di atti di compravendita stipulati nel periodo 26 maggio 2021 – 30 giugno 2022 (la legge di bilancio 2022 potrebbe prorogare).

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: , , ,