Apple: +70% negli ultimi tre mesi, ma diminuiscono i volumi e arrivano notizie non buone, siamo a fine corsa?

di , pubblicato il
Il titolo Apple è cresciuto del 3,2% in una settimana, sovraperformando gli indici DJIA e S&P 500. La linea di forza relativa è a un livello record.

Apple, anche in questo periodo, si conferma tra le azioni Usa (e Mondiali) con le migliori performance. Dopo il crollo di marzo, registrato un po’ da tutto il mercato azionario mondiale, Apple, in soli tre mesi, è riuscita a riguadagnare quanto perso e, ancor più sorprendente, a superare il record storico raggiungendo, nella giornata di venerdì, 19 giugno 2020, un massimo di 356,56.

Lo stock AAPL è cresciuto del 3,2% in una settimana, sovraperformando gli indici DJIA e S&P 500. La linea di forza relativa è a un livello record.

Ma non è tutto oro ciò che luccica, il titolo Apple è sceso dello 0,6% a 349,72 venerdì, invertendo da un massimo infragiornaliero record di 356,56.

Come è possibile notare dal grafico sottostante, la crescita degli ultimi tre mesi non è stata sostenuta dai volumi, in più le notizie degli ultimi giorni non sono certamente delle migliori, è forse giunta l’ora delle prese di profitto? Vediamo meglio cosa sta accadendo.

grafico apple

 

Il Coronavirus mette i bastoni fra le ruote alla crescita di Apple

La consueta Conferenza di Apple, dove (con tutta probabilità) verranno annunciati gli aggiornamenti dei sistemi operativi, oltre che il passaggio all’utilizzo di nuovi chip proprietari per i prossimi computer Mac, per quest’anno si terrà online a causa delle preoccupazioni del coronavirus.

Venerdì scorso Apple ha dichiarato che sta chiudendo nuovamente 11 negozi in Arizona, Florida, Carolina del Nord e Carolina del Sud a causa dei rischi di Covid-19 mentre i casi di coronavirus aumentano.

Anche se ciò non dovrebbe avere un grande impatto sulle entrate di Apple, in quanto la maggior parte delle sue vendite sono online, la situazione solleva preoccupazioni per una ripresa economica, in particolare per quanto riguarda i rivenditori e le imprese rivolte ai consumatori che si affidano maggiormente a posizioni fisiche.

Fonte: investors.com.

Potrebbe anche interessarti:

 

Nota Bene: il trading e l’attività d’investimento in generale possono comportare rischi significativi per il capitale, con perdite che potrebbero in alcuni casi eccedere il capitale iniziale.

Gli scenari di mercato cambiano continuamente e le performance passate non rappresentano garanzia delle performance future. È pertanto fondamentale assicurarsi di aver compreso tali rischi.

Le informazioni presentate in questo sito non sono in alcun modo da intendersi come sollecito all’investimento e sono rivolte ad un pubblico indistinto, non rappresentando in alcun modo attività di consulenza finanziaria personalizzata -e nemmeno generica- in base ai profili di rischio e rendimento degli investitori.

Ogni decisione di investimento è sotto la piena ed esclusiva responsabilità del lettore.

Né l’autore né Investire Oggi saranno responsabili nei confronti di nessun utente né di qualsivoglia altra persona o entità per l’inesattezza delle informazioni o per qualsiasi errore od omissione nei suoi contenuti, a prescindere della causa di tali inesattezze, errori od omissioni.

Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.