Record Bitcoin, ma crolla Coinbase dopo la brutta trimestrale. Come si spiega?

I risultati del terzo trimestre del 2021 di Coinbase hanno mancato le attese degli analisti, e il titolo sta crollando in borsa.

di , pubblicato il
IPO di Coinbase, azioni a +31%

Nonostante i recenti record di bitcoin e delle altre criptovalute, Coinbase, il più grande e importante exchange di criptovalute negli Stati Uniti, nella serata di ieri, 9 novembre 2021, ha riportato i guadagni del terzo trimestre, mancando le stime degli analisti. Il titolo nel pre-market di oggi è sceso di oltre il 10%. Ecco che cosa è successo.

Coinbase crolla in borsa dopo la trimestrale sotto le attese

Come già detto in apertura, i risultati del terzo trimestre del 2021 di Coinbase hanno mancato le attese degli analisti, con EPS a 1,62 dollari e fatturato di 1,31 miliardi.

La società ha spiegato che gli utenti che effettuano transazioni mensili sono diminuiti rispetto al periodo precedente, scendendo a 7,4 milioni da 8,8 milioni nel secondo trimestre. Il volume degli scambi è sceso a 327 miliardi di dollari da 462 miliardi nel trimestre precedente.

Ad ogni modo, il fatturato netto è più che quadruplicato rispetto all’anno precedente. La società, inoltre, ha spiegato che, nel 4° trimestre dell’anno il numero di transazioni (e dunque anche delle entrate) dovrebbe aumentare significativamente.

Come dimostrano i dati, l’attività di Coinbase è molto volatile. per questo motivo, gli investitori dovrebbero guardare al lungo termine, parallelamente alla crescita della criptoeconomia.

Record di Bitcoin e delle altre criptovalute

Soltanto lunedì scorso, bitcoin ha raggiunto il nuovo massimo storico di 68.000 dollari, come anche ethereum che ha superato quota 4.800 dollari. Coinbase, nel suo rapporto, ha dichiarato che bitcoin ha rappresentato il 19% del volume degli scambi ed ethereum il 22%. Il restante 59% proveniva da altre criptovalute.

 

Articoli correlati

Argomenti: ,