Quando ci si può spostare verso un’altra Regione ed evitare una multa?

Quando è possibile spostarsi verso un'altra regione senza rischiare sanzioni?

di , pubblicato il
Regioni cambio colore 1 marzo

Nel nuovo Dpcm del 16 gennaio, gli spostamenti tra regioni sono vietati fino al 15 febbraio, anche nelle fasce gialle. Questo significa che ancora per un mese sarà possibile spostarsi solo all’interno della propria regione o Comune. 

Ci sono ovviamente delle eccezioni a partire dagli spostamenti necessari per lavoro, studio, salute o necessità da giustificare con autocertificazione. In pratica fino a metà febbraio non saranno consentiti gli spostamenti tra regioni a prescindere dalla fascia di appartenenza. Inoltre, è permesso spostarsi in un’altra regione per tornare al proprio domicilio o alla propria residenza. 

Quando è possibile spostarsi ed evitare di prendere una multa? 

Ovviamente spostarsi verso un’altra regione senza motivo non è possibile. Oltre agli spostamenti per motivi comprovati, tra le novità inserite nel nuovo Dpcm c’è anche quella relativa alla seconda casa che si trova fuori regione. Fino al 15 febbraio è possibile raggiungere la seconda casa che si trova fuori regione che sia di proprietà o affitto a lungo termine ma solo con il proprio nucleo familiare a prescindere dal colore della regione. Questo significa che le seconde case si possono raggiungere anche se ci si trova in zona rossa o arancione ma devono essere case di proprietà o affitto a lungo termine, quindi restano escluse le abitazioni affittate per brevi periodi. 

Regioni rosse e arancioni

Sintetizzando spostarsi verso un’altra regione è possibile senza rischiare sanzioni solo se ci si sposta per lavoro, studio, salute o urgenze da motivare con autocertificazione oppure per raggiungere una seconda casa di proprietà o affittata a lungo termine. Negli altri casi non è possibile effettuare lo spostamento. 

Attualmente si trovano in zona rossa Lombardia, Sicilia e Provincia autonoma di Bolzano, in zona arancione Valle D’Aosta, Liguria, Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Puglia e Calabria.

In zona gialla la provincia di Trento, Toscana, Campania, Molise, Basilicata e Sardegna. Nel monitoraggio dell’ISS che arriverà il 22 gennaio scopriremo se una o più regioni passeranno dalla fascia gialla a quella arancione o da quella arancione alla rossa.

Vedi anche: Nuovo Dpcm e regole per spostamenti e viaggi all’estero

[email protected]

Argomenti: ,