Nuove rotte Ryanair, voli dall’Italia 2018-2019: ecco quali sono e gli aeroporti interessati

Ryanair annuncia nuove rotte dall'Italia e intanto dovrebbe arrivare l'accordo con i sindacati per il riconoscimento del contratto piloti.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Ryanair annuncia nuove rotte dall'Italia e intanto dovrebbe arrivare l'accordo con i sindacati per il riconoscimento del contratto piloti.

Ryanair ha lanciato nuove rotte per la stagione 2018-2019 puntando ancora fortemente sul mercato italiano. Nel frattempo la compagnia aerea low cost ha dichiarato, tramite Michael O’Leary, il number one della compagnia, di lavorare per chiudere a breve un accordo con Anpac e Anpav in merito al riconoscimento del contratto e della rappresentanza sindacale dei piloti. Una buona notizia che dovrebbe avere la conferma nelle prossime settimane.

Le nuove rotte di Ryanair

Ryanair, senza nasconderlo, sta investendo tantissimo sull’Italia e lo ha dimostrato lanciando le nuove rotte, ben 37, che saranno attive dalla prossima stagione. Per la compagnia irlandese si tratta di aumentare 39 milioni l’anno i passeggeri trasportati, un 5% in più rispetto al 2017 con introiti aggiuntivi. Non a caso il Ceo parla di una grande programmazione per l’Italia, forse il progetto più ambizioso finora. Dopo aver ufficializzato le rotte per Amann e Aqaba in Giordania ora la low cost irlandese ha fatto un passo ancora più grande annunciando in maniera definitiva nuovi voli per la stagione 2018-2019. Si parte dalle rotte da Milano-Bergamo Orio al Serio dove saranno attivi i voli per Amman (Giordania), Faro (Portogallo), Tangeri (Marocco) e Palma (Spagna). Da Milano Malpensa invece saranno attivi i voli per Tenerife e Kaunas (Lituania).

Non solo Ryanair: ecco quanto ci costa viaggiare su 9 compagnie aeree low cost e non

Da Roma Ciampino le nuove rotte riguardano Baden Baden (Germania), Palma (Spagna)  e Aqaba (Giordania), dall’aeroporto di Bologna invece la low cost proporrà i voli per Amman (Giordania), Kaunas (Lituania), Alicante (Spagna), Porto (Portogallo) e Manchester (UK). Si continua con Pisa dove le rotte nuove saranno Praga e Danzica (Polonia) mentre da Palermo si volerà verso Valencia (Spagna) e Colonia (Germania) da Catania saranno attivi i voli per Siviglia (Spagna) e Marrakech (Marocco). Da Bari si volerà verso Dublino (Irlanda) mentre da Napoli verso Marrakech e Copenaghen (Danimarca). Diversi poi i voli da Cagliari con Baden Baden, Valencia, Siviglia, Porto, Dusseldorf Weeze (Germania) e Varsavia (Polonia). Da Brindisi si volerà a Memmingen e Verona, da Pescara a Malta infine da Venezia/Treviso saranno attivate le rotte verso Gran Canaria, Manchester, Amburgo, Siviglia e Vilnius.

Ryanair: rimborsi e nuove regole bagaglio a mano, la low cost sempre meno economica

Un pensiero su Alitalia

Con l’annuncio dei prossimi voli dall’Italia, il ceo O’Leary non si è lasciato sfuggire l’occasione di dire la sua sulla vicenda Alitalia, in via di definizione entro fine aprile, ammettendo di essersi ritirati dalla corsa ma sottolineando che forse non è neppure necessario venderla. “Alitalia venduta a Lufthansa o Air France potrebbe diventare succursale di Francia o Germania” avrebbe detto il leader di Ryanair, che ormai si conferma come la compagnia con più voli europei a basso costo. Nonostante le continue polemiche il vettore aereo è in crescita e il progetto di puntare verso mete intercontinentali non sembra più lontano, d’altronde già lo scorso anno aveva firmato un accordo con Air Europa per i voli a lungo raggio verso Nord, Centro e Sud America.

Leggi anche: Alitalia: ecco la data entro cui sarà finalizzata la vendita

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Europa, Economia Italia