Criptovalute: le 10 monete virtuali dal miglior rendimento nel 2017

La classifica delle criptovalute che si sono apprezzate di più nel 2017: Bitcoin non spicca nonostante tutto.

di , pubblicato il
La classifica delle criptovalute che si sono apprezzate di più nel 2017: Bitcoin non spicca nonostante tutto.

Il 2017 è stato senz’altro l’anno delle criptovalute con Bitcoin, creata nel 2009 da Satoshi Nakamoto e considerata tra le monete digitali più discusse e apprezzate. Nonostante ciò non svetta nella classifica di Coinmarketcap che ha stilato la lista delle criptovalute che si sono apprezzate di più nel 2017. Con stupore, come abbiamo appena accennato, la più famosa di tutte è soltanto ottava, surclassata da altre sconosciute e di certo con un valore attuale molto minore rispetto a Bitcoin. La classifica si basa su alcuni dati raccolti da Quartz e senza ombra di dubbio vede in pole l’ormai emergente e quotata Ripple, moneta nata per ovviare al problema degli scambi internazionali di denaro e oggi richiesta da gruppi quali American Express e Santander.

Le 10 criptovalute del futuro

La prima posizione delle monete digitali che si sono apprezzate di più nel 2017 è tutta per Ripple con una crescita del +36.018% e un valore attuale di 2,31 dollari. Al secondo posto spicca Nem con il 29.842% ma per quanto riguarda il valore questo si attesta su 1 dollaro circa, almeno attualmente. Nel podio anche Stellar con il 14.441% e un valore attuale di 50 centesimi a seguire Dash che vede una crescita del 9.265% e un valore di 1.140 dollari, dunque superiore rispetto a Stellar considerando che oltre a consentire transazioni rapidissime implementa funzioni di Instant Send e Private Send.

In quinta posizione troviamo Ethereum (che a differenza di Bicoin ha lo scopo di abilitare gli smart contracts) con il +9.162%, seguita da Litecoin con +5.046% (questa permette pagamenti molto più rapidi e con commissioni più basse) e Cardano con il +2.782%, la più giovane e innovativa. Bitcoin, invece, ha visto una crescita del 1.318% mentre Iota chiude con +501%. In lizza anche la criptovaluta Bitcoin Cash, creata ad agosto dal gruppo di sviluppatori della Bitcoin Community con una crescita del +513%.

Leggi anche: Bitcoin superano il crollo, ecco perché le banche odiano la criptomoneta

Bitcoin esordisce nel 2018 in calo: Satoshi Nakamoto rischio numero uno

Argomenti: , , , , ,