WhatsApp saluta questi smartphone, da 1 novembre l’app non sarà più disponibile

Addio a WhatsApp per questi smartphone dal primo novembre.

di , pubblicato il
WhatsApp

Addio WhatsApp per questi smartphone particolarmente datati dal giorno 1 novembre. Una brutta notizia per i possessori di vecchi device che speravano di farla franca e non aggiornarsi con un nuovo acquisto. Purtroppo l’obsolescenza ormai è una realtà acquisita, e bisogna adattarsi.

WhatsApp saluta i vecchi smartphone

È l’app di messaggistica istantanea più famosa al mondo, per questo motivo è considerata la migliore, semplicemente perché ci trovi tutti i contatti che ti servono. Perderla quindi è davvero un grave danno, ma purtroppo è la realtà dei fatti a partire dal primo novembre. Se avete un device particolarmente datato allora il rischio c’è. Ma quali sono questi smartphone che stanno per entrare nella lista nera di WhatsApp. Andiamo a fare il punto della situazione in merito a questo addio così doloroso.

Gli smartphone che dal primo novembre salutano WhatsApp sono quelli che utilizzano ancora il vecchio sistema operativo Android versione 4.0.4. L’OS in questione era noto come Ice Cream Sandwich, per l’ormai classico uso di Google di dare sempre nomi di gelati (per quanto singolari, un genato al sandwich deve essere orribile) ai suoi sistemi operativi. Si tratta di device usciti tra il 2011 e 2012, eccoli:

Sony Ericsson Xperia Arc S
Lenovo A 660
Huawei Ascend G615
Huawei Honor 2
ZTE Grand X Pro
Huawei Ascend P1 LTE

WhatsApp, un addio forzato

Non è un elenco particolarmente folto, ma se avete uno di questi smartphone, non vi resta altro da fare che sostituirlo con un nuovo device già moderno e che abbia un sistema operativo considerato più performante, quindi successivo a quello che vi abbiamo appena menzionato in questo articolo. Il motivo dell’addio da parte di WhatsApp è infatti relativo proprio all’OS, considerato ormai obsoleto e quindi inadatto a far girare al meglio le varie funzioni che l’app ha implementato negli ultimi anni, anche perché l’OS in questione manca di upgrade per aggiornarsi e migliorarsi.

Potrebbe interessarti anche Phubbing, che cos’è e perché ci irrita tanto, ecco il fenomeno di cui tutti siamo vittime e carnefici

Argomenti: , ,