WhatsApp come promemoria, guida per mandare messaggi a sé stesso in chat

Ecco come creare una chat promemoria con WhatsApp e mandare messaggi a sé stesso.

di , pubblicato il
Ecco come creare una chat promemoria con WhatsApp e mandare messaggi a sé stesso.

Come fare per mandare un messaggio a sé stesso su WhatsApp? Ma soprattutto a che serve? Se ti sei sempre chiesto come si fa, allora vuol dire che ne hai già capito l’utilità, viceversa te lo spieghiamo noi a cosa possa servire se non ti è ancora chiaro.

WhatsApp da promemoria

Mandare un messaggio WhatsApp a sé stesso in chat serve da promemoria. Si può inviare un link, magari un articolo che vogliamo leggere dopo, oppure una semplice frase che ci possa servire in seguito per qualcosa che dobbiamo fare, insomma inviare un messaggio a sé stessi su WhatsApp può essere di grande aiuto se siamo tra coloro che di tanto in tanto dimenticano le cose e che quindi hanno bisogno di un piccolo spazio per ricordarsele.

Certo, esistono i Block notes, e nessuno mette in dubbio che se siamo ormai abituati con questi, allora usare WhatsApp come promemoria sarebbe superfluo. Ma la possibilità di mettere un link e di aprirlo poi immediatamente, cosa che nel Block notes non possiamo fare (dovremmo copiare e incollare l’url) è sicuramente molto più pratico e veloce. Inoltre, anche scriver una frase o un codice che dobbiamo ricordare, su WhatsApp potrebbe essere molto più pratico, visto che è un app che apriamo continuamente e che a volte potrebbe ricordarci quasi in automatico che abbiamo qualcosa in promemoria.

Ma detto questo, come si fa per utilizzare WhatsApp in questo modo? Semplicissimo, basta creare un gruppo, inserite poi al suo interno un contatto di vostra fiducia, uno al quale potrete poi spiegare agevolmente cosa avete fatto, ad esempio vostra madre. Una volta creato il gruppo con nome e foto per renderlo subito riconoscibile, cancellate pure il contatto al suo interno.

A questo punto sarete rimasto solo voi, e potrete inviare in questa chat tutto quello che vorrete. Sarete solo voi a leggerlo.

Potrebbe interessarti anche WhatsApp multidispositivo e non solo, scoperta la nuova funzione dell’app

Argomenti: , ,