Virus WannaCry cos’è, come si manifesta e come difendersi da tale malware?

Cos'è, come si manifesta e come difendersi dal virus WannaCry. Ecco le info su tale malware.

di , pubblicato il
Cos'è, come si manifesta e come difendersi dal virus WannaCry. Ecco le info su tale malware.

Lo scorso 12 maggio 2017 un virus chiamato “WannaCry” ha infettato tantissimi computer in tutto il mondo. E’ stato un ragazzino inglese ad aver affrontato per primo tale gravissimo problema bloccando il malware momentaneamente. Ma cos’è WannaCry, come si manifesta e sopratutto come ci si può difendere da esso?

Virus WannaCry cos’è, come si manifesta

WannaCry , che tradotto significa voglio piangere, è un virus che entra in azione quando un utente apre un file e generalmente una e-mail che contiene il malware. In quel preciso istante, tutti i file presenti sul computer vengono criptati e ad essi viene aggiunta l’estensione di .wcry. Oltre a fare ciò, Wannacry elimina tutte le copie di sicurezza del sistema operativo in modo tale che non si possa più eseguire alcun punto di ripristino. Infine sul computer compare un’unica scritta con il messaggio “Ransom” che significa riscatto che viene richiesto in bitcoin.

Cosa sono i bitcoin?

Per chi non lo sapesse, i bitcoin sono delle monete virtuali che esistono dal 2009, sicure dal punto di vista crittografico ed utilizzabili in qualsiasi parte del mondo e a qualunque ora. I bitcoin erano state pensate prevalentemente per le transazioni online. Purtroppo, però, ora sono diventate le valute predilette dagli hacker che le utilizzano per chiedere il riscatto. Questi ultimi prediligono tale moneta in quanto essa non può essere rintracciata al pari delle altre.

Virus WannaCry : cosa è accaduto?

Il 12 maggio 2017 il virus WannaCry ha infettato circa duecentomila computer in centocinquanta paesi. Il capo dell’Europol il cui nome è Rob Wainwright, in merito a tale terribile attacco, ha comunicato che esso è una minaccia senza precedenti. Tra le aziende più colpite annoveriamo l’Università di Milano Bicocca, la casa automobilistica Renault, il sistema sanitario britannico (si crede perché gli ospedali hanno dei dati importanti sulla salute dei pazienti e le cliniche private parecchio denaro a disposizione), ed infine le ferrovie tedesche. E’ accaduto quindi che il virus ha minacciato di cancellare tutti i dati presenti sul computer se non si fosse pagato un riscatto di 300 dollari in bitcoin.

E’ stato un ragazzo britannico a bloccare in maniera temporanea il virus. Egli ha infatti comprato un dominio a cui WannaCry rimandava per poterlo studiare meglio. E’accaduto però che, una volta attivato tale dominio, il virus si è fermato in quanto gli hacker all’interno di esso avevano nascosto un interruttore per spegnerlo.

Virus WannaCry: soluzioni

Purtroppo WannaCry è un ransomware (ovvero un tipo di malware che limita l’accesso del dispositivo che infetta) molto recente per cui non vi è ancora un tool che lo rimuova o faccia la decifrazione dei file. Microsoft, però, per ridurre i danni, aveva invitato gli utenti ad aggiornare  la versione di Windows XP che non è più supportata dalla Microsoft dal 2014 e quindi priva di ogni protezione.

Tornando alle soluzioni, in alternativa al pagamento del riscatto, alcune aziende specializzate nella decrittazione dei file colpiti stanno facendo il possibile per recuperare i dati ma ciò è davvero complicato in quanto ogni volta che il virus viene aggiornato, il ripristino dei dati diviene sempre più difficile. Leggete anche: Nuovo codice della strada 2017: facciamo chiarezza su ritiro patente usando smartphone e WhatsApp.

Argomenti: ,