Virus dati bancari, in estate aumentano i rischi di furti anche online

Malware e virus, in estate aumentano i rischi di truffe online con dati bancari a rischio, ecco perché.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Malware e virus, in estate aumentano i rischi di truffe online con dati bancari a rischio, ecco perché.

Nuova insidia in arrivo, si chiama Dorkbot ed è un trojan, cioè un virus che ruba informazioni bancarie, Ha Già colpito il 7% delle aziende di tutto il mondo, e si aggiunge alla lunga lista di virus che negli ultimi mesi sono stati segnalati dagli esperti. A preoccupare maggiormente è la tendenza in crescita, secondo gli esperti infatti in estate il rischio aumenta.

Virus bancari, in estate aumentano

Paura dei ladri? Lasciare la casa incustodita quando si parte per la vacanza è un rischio che molti temono. In estate infatti si registra un aumento dei cosiddetti topi di appartamento, proprio perché molti partono per le vacanze. Ebbene, se temevate l’estate per i rischi della vostra casa, ora la odierete proprio, poiché pare infatti che anche i virus che rubano dati bancari siano in crescita in questo particolare periodo dell’anno. Ma per quale motivo in questa stagione aumentano i rischi? Cosa centra la sicurezza informatica con l’estate?7

Potrebbe interessarti anche: Sony XZ2 Premium, caratteristiche top, ma prezzo davvero ostico

In realtà il legame è molto stretto e ancora una volta l’ago della bilancia lo fa l’uomo, in questo caso il turista. Pare infatti che durante i giorni di vacanze siamo molto meno attenti a smanettare con questi smartphone e finisce che ci becchiamo per la disattenzione un bel malware. Ecco infatti quanto sostiene Maya Horowitz, manager di Check Point, società di sicurezza informatica: “Abbiamo registrato un’ondata di attacchi che utilizzano i trojan bancari anche nella scorsa estate. Probabilmente, in questo periodo, i criminali informatici prendono di mira i turisti, meno attenti in vacanza alle misure di sicurezza, che potenzialmente accedono all’home banking attraverso dispositivi condivisi e connessioni meno sicure”.

La lista di virus pericolosi per i nostri dati bancari è decisamente lunga, oltre al già citato Dorkbot, ci sono  i trojan Emotet (ruba le credenziali dei conti bancari delle vittime e utilizza la macchina infetta per diffondersi) e Ramnit che ruba credenziali bancarie e password dei server Ftp, che trasferiscono file ai computer. Anche in Italia si segnalano casi di frode, massima attenzione per tutti. Il nostro consiglio è quello di essere sempre ben concentrati quando navigate tra mail e messaggi WhatsApp e mai fare cliccare su link distrattamente, come spesso accade quando si è belli rilassati in vacanza.

Potrebbe interessarti anche: Database Facebook, ecco l’archivio del nostro profilo e come scaricarlo

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Notizie, Sicurezza