Conclusa la prima edizione delle Olimpiadi di Cybersecurity in Italia, ecco chi ha vinto

Conclusa la prima olimpiade dedicata alla cybersecurity in Italia.

di , pubblicato il
Cybersecurity

Si chude la prima edizione dedicata al mondo della cybersecurity, chi sono i talenti italiani che hanno vinto queste prime olimpiadi dedicate alla sicurezza informatica?

Olimpiadi Cybersecurity, chi ha vinto?

Con la premiazione della dirigente del Ministero dell’Istruzione, Anna Brancaccio, si è conclusa la prima edizione delle Olimpiadi della Cybersecurity, volta a far emergere i giovani più talentosi nell’ambito della sicurezza informatica del nostro paese. I partecipanti erano allievi degli istituti superiori di II grado, futuri hacker etici del nostro paese. Le olimpiadi sono state realizzate dal Laboratorio Nazionale di Cybersecurity e hanno visto premiati 40 partecipanti tra ragazzi e ragazze.

La competizione è stata battezzata come Capture-the-flag (dall’inglese per rubabandiera), e consisteva nell’affrontarsi in un’arena virtuale nella quale si doveva attaccare le infrastrutture dell’avversario, e contemporaneamente difendere le proprie. Medaglie d’oro per i seguenti partecipanti: Antonio Napolitano (1.647 punti), Eyad Lorenzo Issa (1.647 punti), Luca Palumbo (2.056 punti), Tito Sacchi (2.089 punti). Il punteggio massimo è stato invece raggiunto da Carlo Collodel dell’Istituto Superiore Antonio Scarpa di Motta di Livenza, con 2.131 punti.

Cybersecurity, spazio ai giovani

I 15 partecipanti successivi hanno invece ottenuto la medaglia d’argento, mentre i restanti 20 con punteggio più basso si sono accontentati di quella di bronzo. L’intera manifestazione ha coinvolto 185 istituti superiori di II grado (di cui quasi un terzo licei) e raccolto la partecipazione di 1107 aspiranti esperti in cybersecurity. I ragazzi sono stati formati con un percorso precedente durato 8 settimane, con 48 ore totali di lezioni. Olicyber, com’è stata ribattezzata la competizione, offrirà a tutti i partecipanti un percorso di valutazione in base alle attitudini mostrate durante la competizione.

Ai 40 premiati invece sarà invece offerto un percorso personale e individuale di formazione avanzata sul perfezionamento dell’Inner Game.

Ecco le parole di Paolo Prinetto, direttore del Laboratorio Nazionale di Cybersecurity: “Abbiamo cercato di trarre il meglio dalle difficoltà della pandemia, che improvvisamente ha richiesto a tutti noi maggiore prudenza e più tempo in casa. Così abbiamo deciso di creare un nuovo percorso – Olicyber – che espandesse le enormi offerte già realizzate con CyberChallenge.IT. Questa avrebbe dovuto essere una ‘edizione pilota’, eppure dall’entusiasmo e dai risultati riscontrati, sembra di avere già una macchina ben rodata”.

Potrebbe interessarti anche Vodafone lancia LV8, il videogioco che permette ai giovani di ottenere competenze digitali

Argomenti: ,