Le pagine Facebook più strane e divertenti (seconda parte)

Abbiamo selezionato altre 5 pagine Facebook davvero strane, assurde e divertenti che non dovreste assolutamente perdere.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Abbiamo selezionato altre 5 pagine Facebook davvero strane, assurde e divertenti che non dovreste assolutamente perdere.

Continuiamo con questo nuovo capitolo sulle pagine Facebook più strane e divertenti, una seconda parte a cui seguiranno delle altre nelle prossime settimane. Oggi ne abbiamo selezionate 5, alcune delle quali sicuramente figurano nella vostra top ten delle pagine preferite, e probabilmente in molte di esse siete già iscritti. Se invece ancora non le conoscete, c’è sempre tempo per rimediare e dare un Like che potrà darvi un sacco di ragioni per cominciare la giornata con il sorriso.  

Altre 5 pagine Facebook divertenti assolutamente da non perdere

  • Tua madre è leggenda: migliore pagina social ai Macchianera Awards 2014, vanta contenuti originalissimi e plagiatissimi di due ragazzi che sanno davvero come farci ridere. Non avete altro da fare che mettergli un Like per cominciare ad annuire con il capo e a condividere quasi tutto quello che viene pubblicato.
  • Scartare corteggiatori e potenziali amanti per gli errori grammaticali: se vi mettete le mani tra i capelli ogni qualvolta vedete scritto un orrore grammaticale – e quelle volte sono davvero tante se state spesso su internet – questa è la pagina che fa per voi. E’ anche condita con un po’ di sentimentalismo, che vi aiuterà a tenere alla larga chi non sa scrivere e non vuole neppure imparare. Sembrano fake, ma guardatevi un po’ in giro e scoprirete che non lo sono affatto. Purtroppo.
  • No, io ti amo! Ma ti amo di meno (un incongruo rapportarsi): non viene aggiornata da un po’, ma vanta qualche perla divertente da andare a spulciare nella cronologia. Insomma, se ne avete le tasche – per non dire qualcos’altro – piene delle frasi “Ti lascio perché ti amo troppo” o “Mi ami di più o di meno” questa è la pagina ideale per esorcizzare i vostri demoni e le vostre ire represse.
  • Offresi corso Photoshop per il grafico dell’Expo 2015: date un lavoro a chi sa farlo! Forse in molti hanno pensato questo quando hanno visto le elaborazioni grafiche concepite per l’Expo 2015. Già dalla descrizione della pagina, infatti, si legge: “Indignazione e disgusto per lo ‘stile grafico’ adottato nelle foto rendering e banner realizzati per l’Expo 2015 di Milano”. Riderete un sacco, ma prendetevi anche un po’ di tempo per riflettere su quanto a volte sappiamo essere poco professionali.
  • Matteo Renzi che fa cose: le facce buffe di Renzi e l’ex sindaco di Firenze che fa cose, qualunque cosa, sempre al centro dell’attenzione, com’è giusto che faccia un premier – e di premier che fanno cose siamo molto abituati, no? Nella descrizione, oltre all’affiliazione con la pagina Enrico Letta che fa cose, si legge: “Sì, lo so che era Enrico Letta che fa cose, ma ora lui ha un sacco di tempo libero. NON è la pagina ufficiale di Renzi. Dovevamo dirlo? Fidatevi che sì”. C’è anche il link al profilo Twitter e alla pagina Tumblr. Da non perdere.

  Continuate a inviarci le vostre segnalazioni per arricchire questa saga sulle pagine più strane, assurde e divertenti che circolano su Facebook e non perdetevi la prima parte!

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Social Network

Leave a Reply