Intelligenza artificiale produce death metal all’infinito, streaming Youtube

L'intelligenza artificiale suona ancora death metal e apre canale Youtube per streaming 24 ore su 24.

di , pubblicato il
L'intelligenza artificiale suona ancora death metal e apre canale Youtube per streaming 24 ore su 24.

IA e machine learning ci riprovano, e lo fanno ancora con il death metal. Del resto il progetto Dadabots non si smentisce mai, stavolta però i due ideatori, CJ Carr e Zack Zukowski, puntano verso l’infinito. Aperto canale Youtube per streaming live.

Death metal con intelligenza artificiale

Per chi non avesse capito di cosa stiamo parlando, facciamo un piccolo passo indietro. Il progetto Dadabots si riferisce a un algoritmo generatore di musica basato su machine learning e intelligenza artificiale. Già in passato tale progetto si era dato al death metal componendo un intero album, stavolta però punta verso l’infinito e oltre. Il canale Youtube infatti produce musica generata dall’IA in live streaming.

Il canale in questione si chiama RELENTLESS DOPPELGANGER \m/, produce musica ininterrottamente e possiamo quindi volendo anche fare un’analisi del prodotto. Francamente definirlo vero e proprio death metal potrebbe essere azzardato, almeno per i puristi. Si tratta di un grindcore con aperture indubiamente death e armonici molto confusi. I brani sono tutti caratterizzati da continui stop and go che danno alla composizione un sapore più techinical death, ma l’impressione è che l’IA debba fare ancora molti progressi per mettersi al passo con l’uomo.

Gli sviluppatori pare si siano ispirati agli Archspire, nel senso che l’algoritmo è stato imbottito dei loro brani. Il machine learning funziona infatti in questo modo, deve imparare apprendendo da una fonte esterna e provare ad emularla. Indubbiamente alcuni richiami ci sono, l’uso del blast beat ricorda le stesse sonorità e a tratti anche le chitarre sembrano andare in quella direzione. La differenza però sta proprio nella creazione. Se un brano degli Archspire risulta comunque essere appunto una canzone, per quanto death e quindi non di facile ascolto per tutti, quello di Dadabots risulta invece essere un’accozzaglia di suoni a volte anche non distinguibili chiaramente. Insomma, al momento, l’uomo batte ancora la macchina.

Potrebbe interessarti anche Google imita Thanos e dimezza le app di DO Global dallo Store, 46 app eliminate

.
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.