L’Intelligenza artificiale per combattere l’evasione fiscale, nuovi strumenti

IA ed evasione fiscale, ecco il nuovo progetto.

di , pubblicato il
intelligenza artificiale

Nuovi strumenti digitali per combattere l’evasione fiscale. C’è anche l’intelligenza artificiale tra questi, e lo ha reso noto con un comunicato qualche settimana fa proprio l’Agenzia delle Entrate. Ma in cosa consistono precisamente queste nuove armi che il fisco sta per acquisire?

Intelligenza artificiale ed evasione fiscale

L’Unione Europea ha approvato il finanziamento per il progetto italiano “a data driven approach to tax evasion risk analysis in Italy”. La burocrazia italiana è tra le più ricche del mondo, tra i suoi meandri ci si perde in labirinti kafkiani, e le scartoffie certo non aiutano. La digitalizzazione e la sostituzione del cartaceo si inseriscono in questo ammodernamento che l’Agenzia delle Entrate sta operando, ma non è tutto, perché nel progetto digital c’è anche la lotta all’elusione fiscale.

Tra i nuovi strumenti a disposizione ci sono network science, data visualization e intelligenza artificiale. L’obiettivo è quello di innovare, diffondere ed integrare ulteriormente all’interno dei processi e delle attività legate al contrasto dell’evasione fiscale quanto già realizzato in questi anni nell’ambito dell’analisi avanzata dei dati. La digitalizzazione dei dati quindi non significherà soltanto rendere più eco sostenibili le piattaforme pubbliche dei paesi dell’Unione Europea, ma anche facilitare le analisi, al fine di poter calcolare i soggetti ritenuti a rischio di evasione fiscale.

Fisco e IA

Non mancheranno tecniche di apprendimento automatico, il machine Learning, ovvero l’intelligenza artificiale in grado di assimilare e comprendere i dati raccolti. Tale tecnologia sarò supervisionata sempre dal controllo degli analisti, ma permetterà loro di addentrarsi con maggior facilità trai i dati raccolti e ne aumenterà l’accuratezza e l’efficacia decisionale.

I data visualization invece riguardano nuove interfacce che permetteranno l’analisi visuale dei dati, infine il network science consiste nella rappresentazione dei dati sotto forma di reti permette di far emergere con maggiore facilità relazioni indirette e non evidenti tra soggetti.

Potrebbe interessarti anche Apple investe 430 miliardi di dollari nel 5G

Argomenti: ,