Google Maps: come usarlo offline su Android e iOS

Il recente aggiornamento di Google Maps per Android e iOS ha portato interessanti novità, tra cui la possibilità di salvare e usare le mappe offline in modo molto più facile e intuitivo rispetto alle versioni precedenti. Vediamo come funziona.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Il recente aggiornamento di Google Maps per Android e iOS ha portato interessanti novità, tra cui la possibilità di salvare e usare le mappe offline in modo molto più facile e intuitivo rispetto alle versioni precedenti. Vediamo come funziona.

La nuova versione di Google Maps per le versioni desktop non piace a tutti, è inutile negarlo, così come non è piaciuto molto agli utenti Android e iOS il nuovo look del servizio di Big G. Rinnovamento, dopotutto, non sempre significa miglioramento. L’aggiornamento più recente di Google Maps ha invece aggiunto alcune novità interessanti, come la possibilità di programmare viaggi su treni e altri mezzi di trasporto e, soprattutto, usare le mappe di Google offline sia su Android e iOS in modo molto più rapido e intuitivo rispetto alle versioni precedenti. Vediamo come usare Google Maps offline su iPhone e dispositivi Android

 

TI POTREBBE INTERESSARE

Ecco Google Classroom, ovvero come cambia l’educazione

 

Come usare Google Maps in modalità offline su Android e iOS

Il funzionamento di Google Maps offline sui due sistemi operativi è pressoché identico. Per utilizzarlo, bisogna innanzitutto scaricare la versione più recente del servizio, che su Android è arrivata alla versione 8.0, mentre su iOS alla versione 3.0. Naturalmente, se avete attivo l’aggiornamento automatico delle applicazioni, l’update avverrà senza che abbiate bisogno di metterci mano. 

Una volta aggiornato Google Maps, dovrete lanciarlo, specificare le indicazioni della mappa di cui avete bisogno, selezionarne un punto preciso e poi attivare l’opzione “Salva mappa per utilizzarla offline“. In seguito sarà possibile anche specificare la grandezza dell’area che si vuole salvare, per avere maggiori informazioni nel momento in cui abbiamo bisogno di particolari indicazioni stradali mentre siamo offline. 

La mappa si può salvare anche digitando “Mappe OK” nella barra di ricerca. 

Naturalmente, in modalità offline, non si potrà utilizzare Google Maps completamente, ovvero non si potrà avere accesso alle indicazioni stradali e alla funzione del navigatore. Ciò che possiamo salvare, sostanzialmente, consiste in delle semplice “cartine geografiche” di determinate zone da poter visualizzare in qualsiasi momento. E il tutto è molto intuitivo, facile e pratico. Come se avessimo uno stradario (seppur limitato) a portata di mano. 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Applicazioni e Giochi