Google Chrome, il bollino sul browser per etichettare i siti lenti

Google mette iole etichette sui siti lenti, ecco i bollini poco raccomandabili.

di , pubblicato il
Google mette iole etichette sui siti lenti, ecco i bollini poco raccomandabili.

Il bollino che non ti aspetti, una sorta di garanzia, un’etichetta per raccomandare o meno il prodotto. Anche il web attua tale sistema per i suoi contenuti, Google Chrome lancia il bollino che mortifica i siti lenti, suggerendo agli utenti del web di non aprire i loro contenuti se non vogliono perdere troppo tempo nel caricare la pagina.

Google Chrome, etichetta sui siti

Un bollino per informare su eventuali tempi lunghi per il caricamento delle pagine, questa l’intenzione di Big G in merito ai siti troppo lenti. Le pagine web che si apriranno in maniera non perentoria quindi verranno etichettate come lente, e quasi certamente anche declassate nei risultati di ricerca del motore. “Il badge ha lo scopo di identificare quando i siti sono creati in un modo che li rallenta in generale, osservando le latenze di carico storiche”, scrive Google sul blog dedicato di Chromium. “Più avanti, potremmo estenderlo per includere l’identificazione quando è probabile che una pagina sia lenta per un utente in base al dispositivo e alle condizioni della rete”.

I tecnici sono dunque già al lavoro per stilare una sorta di classifica valutando tutti i parametri del caso, come appunto velocità della schermata di caricamento, la barra di avanzamento, i menù di scelta rapida per i collegamenti interni al sito. Si attende quindi l’ok degli sviluppatori per l’avvio di questi badge da inserire sui siti in questione.

Potrebbe interessarti anche Facebook Pay, sistema di pagamento unificato per i social di Zuckemberg

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.