Facebook violato, 35 milioni di italiani a rischio, come difendersi?

Si torna a parlare della vicenda relativa all'attacco di Facebook, ora il database è gratis.

di , pubblicato il
Facebook violato, come difendersi?

Si torna a parlare di Facebook e dei dati degli italiani trafugati. Una notizia ormai vecchia, direte voi, che senso ha parlarne ancora? Innanzitutto perché ci sono nuove indiscrezioni a riguardo, ma soprattutto perché vogliamo offrire qualche suggerimento per evitare che la faccenda si ripeta, o quanto meno che ci si possa difendere.

Facebook, dati trafugati

35 milioni di italiani sono stati attaccati da hacker su Facebook. Il social ha subito un clamoroso attacco mondiale nel 2019, e praticamente un italiano su 2 ha visto i suoi dati esposti. La faccenda era nota, se ne era soprattutto parlato a gennaio di quest’anno, quando era salita alla ribalta. In quel periodo le informazioni trapelate (nome e cognome, numero di telefono, indirizzo mail) erano in vendita su Telegram. Perché se ne parla di nuovo?

Semplice, perché ora addirittura quelle notizie trafugate dal nostro account, sono addirittura gratis. Il database infatti è ora disponibile senza la necessità di pagare alcun compenso al cybercriminale, basta avere un minimo di conoscenze tecniche per scaricarlo. Gli esperti ci dicono che, se si incrociano i dati trafugati da Facebook, con quelli trafugati da ho.mobile, l’operatore che ha subito un medesimo attacco qualche mese fa, si può addirittura risalire all’indirizzo di casa della persona.

Facebook, come difendersi dagli hacker?

Gli esperti suggeriscono di dare uno sguardo al famoso sito pwned per scoprire se siamo stati colpiti. Qui è possibile vedere se la mail e il numero di telefono sono stati violati. Il suggerimento in questo caso è di evitare di utilizzare questo stesso numero di telefono per l’autenticazione a due fattori, qualora il numero in questione sia stato violato. Per completare l’opera vi invitiamo a prendere visione di tutte le informazioni che Facebook sa di voi, il grande database che contiene tutte le voci relative alla vostra persona:

Su di me (tutte le informazioni inserite sul diario, come per esempio lavoro e situazione sentimentale)
Cronologia dello stato dell’account
Sessioni attive
Clic sulle inserzioni
Indirizzo
Argomenti delle inserzioni
Nome alternativo
Applicazioni
Visibilità del compleanno
Chat (cronologia delle conversazioni)
Registrazioni
Connessioni
Carte di credito
Valuta
Città attuale
Data di nascita
Amici eliminati
Istruzione
E-mail
Eventi
Dati di riconoscimento facciale
Familiari
Citazioni preferite
Persone che ti seguono
Persone/Pagine che segui
Richieste di amicizia
Amici
Sesso
Gruppi
Elementi nascosti dalla sezione Notizie
Città natale
Indirizzo IP (Un elenco di indirizzi dai quali si ha effettuato l’accesso al proprio account Facebook)
Ultima posizione
“Mi piace” sui post di altri
“Mi piace” di altri sui tuoi post
“Mi piace” su altri siti
Account collegati
Lingua
Accessi (Indirizzo IP, data e ora associati ai tuoi accessi al tuo account di Facebook)
Uscite (Indirizzo IP, data e ora associati alle tue uscite dall’account di Facebook)
Messaggi (Messaggi che hai inviato e ricevuto su Facebook.

Esclusi quelli eliminati, in quanto sono stati rimossi dal tuo account)
Nome
Cambi di nome
Reti
Note
Impostazioni di notifica
Pagine che amministri
Richieste di amicizia in sospeso
Numeri di telefono (Numeri di telefono cellulare che hai aggiunto al tuo account, compresi numeri di cellulare verificati che hai aggiunto per motivi di sicurezza)
Foto (Tutte quelle che hai caricato sul tuo account)
Metadati sulle foto (di tutte quelle che hai caricato sul tuo account)
Token fisici
Poke
Orientamento politico
Post pubblicati da te
Post di altri
Post ad altri
Impostazioni sulla privacy
Attività recenti
Data di registrazione
Orientamento religioso
Amici rimossi
Nomi visualizzati
Ricerche (Le ricerche che hai eseguito su Facebook)
Condivisioni
Lingue parlate
Aggiornamenti di stato
Lavoro
URL personalizzato
Video (I video che hai pubblicato sul tuo diario)
Potrebbe interessarti anche Files di Google, l’app scaricata oltre un miliardo di volte

Argomenti: , , ,