Classifica Social, quali paesi dell’UE ne fanno più uso, sorpresa Italia

Siamo in fondo alla classifica dei paesi UE che utilizzano di più i social.

di , pubblicato il
social

I social network fanno male e ci rendono stupidi? c’è chi lo teorizza, ma quali sono i paesi dell’UE che ne fanno più uso? E soprattutto, a che posto è l’Italia? Scopriamolo insieme, e la risposta scommettiamo che stupirà molti.

Social Network, la classifica UE

L’utilizzo del social da parte dei paesi europei dal 2015 al 2020 è stato oggetto di indagine da parte di uno studio portato avanti da Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione Europea. Che i social rendano stupidi è tutto da dimostrare, è molto pi probabile che il soggetto sia già stupido quando utilizza i social. Di recente, però, ci sono stati studi che effettivamente gettano inquietanti ombre su alcune dinamiche che si creano sui social, soprattutto su Instagram, dove l’immagine è tutto, essendo il social esclusivamente basato sull’invio di foto (principalmente selfie).

Ma veniamo a bomba, quali sono i paesi che utilizzano di più i social? Secondo questi dati ne viene fuori, infatti, che ancora una volta è l’arretratezza di un paese a determinarne il distacco, e non l’intelligenza dei dei suoi cittadini. Che gli italiani non siano un popolo particolarmente colto a livello statistico è abbastanza pacifico, così come è evidente che ci siano anche zone ancora troppo rurali e con coperture di rete decisamente scarse. È con questa ottica che Eurostat ha analizzato i dati. Ebbene, l’Italia è ultima.

Social network, italia ultima

Il coupe de theatre, l’Italia è il paese che negli ultimi anni ha utilizzato di meno i social. Come dicevamo, secondo Eurostat il motivo è che alcune zone dell’Italia sono coperte da una cattiva connessione, quindi abbassano la media nazionale. Dominano comunque i paesi scandinavi, con Islanda (94%), Norvegia (88%) e Danimarca (85%).

Come detto, l’Italia è ultima, ma la percentuale è davvero sconcertante, solo il 48%. A rendere ancora più evenienze questo gap c’è il divario generazionale. Se in altri paesi, infatti, anche gli over 60 si dimostrano molto attivi su internet, da noi invece in larga parte ignorano il mondo del web, incapaci di connettersi con le nuove tecnologie.

Potrebbe interessarti anche Password e attacchi informatici, Microsoft ha risolto il problema con Authenticator

Argomenti: ,