CCleaner colpito da un virus nascosto nel download dell’aggiornamento: ecco cosa fare per proteggersi

CCleaner è stato colpito un virus malevolo nascosto nel download dell'aggiornamento dal 15 agosto al 12 settembre. Ecco le info e come fare per difendersi.

di , pubblicato il
CCleaner è stato colpito un virus malevolo nascosto nel download dell'aggiornamento dal 15 agosto al 12 settembre. Ecco le info e come fare per difendersi.

CCleaner, il software più famoso per ripulire il PC, è stato colpito da un virus progettato per raccogliere i dati immagazzinati nei computer di tantissima utenti. A scoprire tale violazione sono stati i ricercatori di Cisco Talos che hanno ricostruito l’intera vicenda. Ecco le info in merito e come fare a proteggersi.

CCleaner colpito da un virus

I ricercatori della Cisco Talos hanno scoperto che CCleaner è stato vittima di un attacco informatico. All’interno dell’applicazione per il download, tra il 15 agosto ed il 12 settembre 2017, infatti, i pirati hanno nascosto un malware. Una volta installato l’aggiornamento in automatico si è installato anche il virus e così gli aggressori hanno avuto l’accesso ai dati sensibili dei computer. Ricordiamo che CCleaner è un software che serve a ripulire gli smartphone ed il PC da elementi che non sono più necessari come i cookie, i dati indesiderati e tanto altro con lo scopo di aiutare nella manutenzione del PC.

CCleaner colpito da un virus: ecco cosa fare per proteggersi

L’Avast, che è la società che distribuisce il software CCleaner, è stata informata subito della faccenda per cui ha rimosso immediatamente la versione incriminata ovvero la 5.33 ma anche quella cloud ovvero la 1.07 per il sistema operativo Windows. La società ha poi invitato tutti gli utenti ad aggiornare immediatamente il software con la nuova versione aggiornata.

La Cisco Talos ha però comunicato che, anche dopo il nuovo aggiornamento, il virus malevolo rimane. Il consiglio è quindi di ripulire daccapo il computer facendo un backup antecedente al 15 agosto ovvero dalla data dell’attacco e reinstallando nuovamente tutti i dati. Se tale operazione non viene fatta, infatti, il virus resta ed è capace di aggiornarsi da solo di anno in anno.

Leggete anche: Truffa Whatsapp: la PS chiede di prestare attenzione e di non cliccare sul link pericoloso.

Argomenti: ,