Un bug nei modem permetteva agli hacker di spiare smartphone Android

Scoperto bug che permetteva di spiare gli smartphone Android.

di , pubblicato il
Bug wi-fi

Nuovo bug scoperto nei modem dagli esperti, stavolta riguardante il chip Qualcomm, tale vulnerabilità rende sciabili gli smartphone Android. Si tratta di un bug che può interessare addirittura il 40% dei device in questione.

Bug modem per smartphone Android

Sono stati i ricercatori informatici di Check Point Research a scovare questo nuovo bug riguardante i modem per smartphone Android. Tale vulnerabilità è colpevole di aprirle la porta del modem relativo ai SoC Qualcomm, e permettere in tal modo a malware pericolosi di spiare all’interno degli smartphone ad esso connessi. Messaggi, chiamate e registrazione delle stesse, tutto in mano agli hacker che in questo modo potranno spiare l’intero contenuto presente negli smartphone. Si parla potenzialmente del 40% dei device.

Nel 40% ci sono smartphone di società importanti come Samsung, Google con i suoi Pixel, Xiaomi, OnePlus, Lg e molte altre. Coinvolto nel bug il processore del segnale digitale dei system on chip Snapdragon, comunemente detto dsp. Si tratta di una sorta di centralino dello smartphone che unisce in un unico ambiente anche il processore e la scheda grafica, oltre al modem.

Smartphone spiati per bug nel modem

Gli hacker si sono accorti che la vulnerabilità permette di aggirare la cybersecurity dei sistemi degli smartphone, permettendo in tal modo a vari malware di entrare nel sistema e compromettere i livelli di sicurezza del dispositivo. Sfruttando il bug, i cybercriminali sono in grado di creare programmi specifici per registrare le conversazioni, accedere a messaggi e chiamate, e addirittura sbloccare la simcard nello slot.

Al momento non ci sono evidenze relative al fatto che gli hacker abbiano effettivamente sfruttato tale bug. I ricercatori hanno infatti segnalato la vulnerabilità già l’ottobre scorso, mentre a novembre Google ha fatto uscire un aggiornamento per tutti i produttori Android.

A quanto pare quindi il problema è stato risolto senza colpo ferire. Invitiamo quindi sempre i possessori di smartphone di effettuare puntualmente gli aggiornamenti disponibili per scaricare le patch di sicurezza in essi contenute.

Potrebbe interessarti anche Chrome, le migliori funzioni da svolgere col browser di Google

Argomenti: , ,