Amazon sta per lanciare lo specchio virtuale, un camerino 2.0 per provare i vestiti online

Rivoluzionaria trovata per Amazon che brevetta lo specchio smart, un camerino 2.0 che permetterà di provare i vestiti online prima di acquistarli.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Rivoluzionaria trovata per Amazon che brevetta lo specchio smart, un camerino 2.0 che permetterà di provare i vestiti online prima di acquistarli.

Dal colosso dell’e-commerce bisogna aspettarsi questo ed altro. Dopo aver lanciato l’applicazione che grazie a realtà virtuale e realtà aumentata permette di visionare gli oggetti nella propria casa prima di acquistarli, ora Amazon brevetta anche lo specchio smart che ci permetterà di vedere come ci stanno i capi che vogliamo acquistare prima di sborsare soldi, proprio come facciamo nei negozi fisici.

Amazon lancia il camerino 2.0

Secondo il sito Greekwire, Amazon sta per lanciare un sistema davvero rivoluzionario nella storia degli acquisti online: lo specchio smart, un display in grado di mostrare il proprio doppio mentre prova dei capi in location virtuali, ad esempio un costume in spiaggia o un abito da sera in un evento di gala. Grazie a schermi, fotocamere e proiettori, riuscirebbe a creare una sovrapposizione digitale di immagini virtuali sulla figura della persona.

Leggi anche: Google Pixel 3, la caratteristica migliore sarà il prezzo più economico – Rumors scheda tecnica

Proprio come quando andiamo ad acquistare un vestito nei negozi fisici e chiediamo al commesso di provarlo in camerino per vedere come ci sta, così anche online con questo progetto potremo vedere esteticamente che effetto ci faranno i vestiti che andremo ad acquistare su Amazon. Con Amazon siamo nell’eccellenza, ancora una volta il colosso degli acquisti online riesce a stupirci, ma ricordiamo che al momento il progetto è stato solo brevettato, quindi nulla dà per certo che a breve lo vedremo tra le funzioni dello store.

Specchio smart, un brevetto rivoluzionario

Ovviamente, non è inverosimile pensare che in futuro il camerino 2.0 sarà la prassi classica degli acquisti online, ma per ora dovremo attendere. Ad ogni modo, che l’intenzione di Amazon sia molto seria è chiaro anche dal fatto che lo scorso ottobre l’azienda si è accaparrata i servigi di Body Labs, società newyorchese specializzata in intelligenza artificiale e computer grafica che ricrea avatar tridimensionali delle persone a scopo ludico. Da qui ad avatar che provano i vestiti, il passo è molto breve.

Leggi anche: Galaxy X non s’ha da fare, lo smartphone pieghevole viene rimandato al 2019

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: E3 2014