Amazon One, paghi con il palmo della mano, ma è polemica sulla privacy

L'utilità di Amazon One, ma anche il soliti problemi di privacy.

di , pubblicato il
L'utilità di Amazon One, ma anche il soliti problemi di privacy.

Un device che permette di pagare con il palmo della mano, ecco Amazon One, dispositivo sperimentale per ora disponibile solo nei negozi Amazon Go come quello di Seattle, ma che presto potrebbe portare a nuove tecnologie impegnate anche in altri settori e la cosa spaventa non poco i sostenitori della privacy.

Amazon One in un palmo

Gli acquisti nel palmo della mano, con Amazon One basta mostrare il palmo sul display ed ecco che parte la scansione della nostra mano. Ogni palmo è diverso dall’altro, e secondo Amazon questo è quindi il sistema più sicuro in assoluto per effettuare pagamenti senza rischiare che sia qualcuno a farlo al posto nostro. Basta associare il proprio palmo a una carta di credito e il gioco è fatto. Non c’è nemmeno bisogno di avere un account Amazon per completare l’acquisto.

Secondo gli sviluppatori, questo sistema potrebbe essere utilizzato in poco tempo anche per l’accesso ai posti di lavoro o negli stadi, così da rendere il tutto molto più veloce e sicuro, inoltre è più efficace è sicuro del riconoscimento facciale che invece di tanto in tanto fa non pochi errori e la cui tecnologia non sembra ancora infallibile.
Non sono mancate però le polemiche di coloro che in tal modo la privacy va a farsi benedire. A tal proposito, Silkie Carlo, direttrice dell’organizzazione britannica Big Brother Watch, ha detto: “nessuno dovrebbe fornire i suoi dati biometrici per acquistare beni e servizi”. Il timore che tali dispositivi possono limitare nel tempo la libertà del cittadino è forte.

Potrebbe interessarti anche 5G e guerra USA Huawei, l’Italia deve boicottare la società cinese

Argomenti: