Alexa è più intelligente, pronta per conversazioni più fluide e naturali

Alexa sta diventando sempre più intelligente e ora è pronta ad affrontare dialoghi più naturali.

di , pubblicato il
Alexa sta diventando sempre più intelligente e ora è pronta ad affrontare dialoghi più naturali.

L’assistente vocale di Amazon si sta preparando a diventare sempre più intelligente. Stiamo parlando naturalmente di Alexa e delle sue nove facoltà di interazione con gli utenti attraverso conversazioni più naturali.

Alexa, conversazioni migliori

Ripetere continuamente Alexa per attivare l’assistente vocale sta diventando un problema per Amazon, un cruccio da dover risolvere, a quanto pare il colosso dello shopping online vuole ora rendere le conversazioni con il robottino più naturali e fluide, senza dovere continuamente chiamare l’assistente vocale per nome al fine di attivarlo.

Per farlo però ci sarà un lungo lavoro da compiere, anche se il grosso pare sia stato già fatto, tanto è vero che una dimostrazione ne è stata già data in pubblico.

Su un Echo Show, infatti, di recente un responsabile Amazon ha fatto vedere come le nuove conversazioni si evolveranno in un futuro immediato con Alexa. Il cervellone elettronico avrà quindi la possibilità di passare da una skill all’altra durante una conversazione con un umano, e sarà quindi in grado di rispondere a determinate domande senza ricevere prima il suddetto comando. Questo sarà ancora una volta possibile grazie al machine learning, in pratica Alexa sta cercando di imparare sempre più quelle che sono le dinamiche di una conversazione.

L’idea è quella di permettere ad Alexa di creare uno schema di dialogo con possibili domande da ricevere, in modo tale da impostare un percorso di domande preimpostate, se durante la conversazione, quindi, l’umano finisce proprio per farle quella domanda, allora Alexa troverà immediatamente la risposta senza dover aprire una skill a comando. Ad esempio, se chiediamo ad Alexa che film ci sono al cinema, lei potrebbe poi dopo aver risposto passare subito alla skill relativa ai cinema più vicini, dopodiché cercare la risposta relativa ai mezzi per raggiungere tali cinema.

Insomma, un dialogo preimpostato che naturalmente poi l’umano, con la sua imprevedibilità, smentirà di colpo. Questo però non ditelo ad Amazon. Battute a parte i dirigenti di Amazon ci fanno sapere che già oggi le capacità di Alexa sono migliorate del 20%, la strada per una interazione più fluide e naturale quindi è percorribile.

Potrebbe interessarti anche Google Stadia da novembre, svelata lista dei giochi e prezzo dell’abbonamento

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: