Virgilio e Libero Mail bloccati non funzionano: ecco cosa sta succedendo, risoluzione vicina?

Caselle di posta elettronica bloccate con Virgilio e Libero Mail: ecco cosa sta succedendo. Ma quando si risolverà il disservizio?

di , pubblicato il
Virgilio e Libero Mail, disservizi.

Ci sono grossi problemi dalla giornata di domenica per chi ha una casella di posta elettronica con Virgilio o Libero Mail. In tutta Italia, infatti, si stanno verificando dei disservizi e sono tantissimi gli italiani che hanno la posta elettronica bloccata. Questo almeno è quanto spiegano i due portali.

Il servizio non funziona, non è possibile accedervi in alcun modo, nemmeno se si ha un account a pagamento. In molti credono si tratti di un attacco hacker ma i due portali hanno comunicato che la causa non è quella. Intanto iniziano le proteste non solo gli utenti ma anche delle aziende e dei professionisti. Le e-mail spiegano sono indispensabili e insostituibili per chi ci lavora.

Malumori da Nord a Sud: quando verrà risolto il problema?

Virgilio e Libero Mail sono bloccati oramai dalla notte del 22 gennaio. Per quanto riguarda la risoluzione del problema, i due portali comunicano soltanto di confidare in una rapida soluzione in quanto i tecnici sono a lavoro.

Non è comunicato null’altro, né una data e nemmeno un orario.

Quel che si sa al momento è che il problema è stato fortunatamente identificato ed è in via di risoluzione. Si tratta di un disservizio all’interno del data center per cui, una volta che sarà ripristinato il servizio, non si avrà alcuna perdita di dati, né per glia account Libero e nemmeno per quelli Virgilio Mail. È escluso quindi un attacco hacker. i dati degli utenti, quindi, restano al sicuro.

Le reazioni

Il danno per il blocco di Virgilio e Libero Mail inizia ad essere grave un po’ per tutti. C’è chi spiega di pagare per fruire del servizio Liberomail Plus e di non aver ricevuto alcuna informazione sui tempi di ripristino.

Chi lavora con le e-mail sottolinea di averle congelate dalle ore 21 di domenica sera per cui si tratta di un danno molto grave.

Anche le piccole aziende sono sul piede di guerra perché non hanno più la possibilità di comunicare con i loro clienti. Si lamentano anche i terapisti, i medici e i professionisti che utilizzano la posta elettronica per comunicare con i pazienti.

I problemi, però, invece di diminuire, aumentano come si può verificare su Downdetector. Sono infatti più di 9 milioni gli utenti che posseggono caselle di posta elettronica Libero o Virgilio e le segnalazioni, anche sui social, sembrano provenire in gran parte da loro. La speranza di tutti è quella che il problema si risolverà in brevi tempi come comunica lo staff di Virgilio e Libero Mail.

[email protected]

Argomenti: ,