Superbonus 110% ed altri bonus edilizi: quale corrispettivo di cessione credito da Poste?

Ecco qual è il corrispettivo di cessione credito d'imposta riconosciuto da Poste Italiane per Superbonus 110% ed atri bonus edilizi.

di , pubblicato il
app finanza personale

Dal 7 marzo Poste Italiane ha riaperto la piattaforma per l’acquisto dei crediti di imposta relativi al Superbonus 110% e agli altri bonus edilizi. In molti si chiedono quindi quale sarà il corrispettivo di cessione del credito a Poste. In più se sarà possibile recedere dalla richiesta qualora ci fossero dei ripensamenti.

Superbonus 110% ed altri bonus edilizi: corrispettivo credito da Poste?

Fino all’accettazione da parte di Poste Italiane sulla piattaforma cessione crediti di imposta dell’Agenzia delle Entrate, il cliente potrà recedere dalla richiesta di cessione senza pagare alcuna penale. Per quanto concerne il corrispettivo di cessione del credito esso sarà calcolato come percentuale sul valore nominale del credito di imposta ceduto. Varierà poi a seconda della tipologia, della durata e delle annualità cedute. Ovviamente il cliente potrà visionare qual è esattamente il corrispettivo della cessione del suo credito di imposta nella bozza di proposta del contratto. Qualora esso non fosse di proprio gradimento allora il cliente sarà libero di non sottoscrivere la proposta.

Poste comunica quindi che l’importo liquidato per la cessione con recupero in 4, 5 e 10 anni di tutte le annualità sarà di 100 euro per ogni 110 euro di credito di imposta acquistato da Poste. Ciò per il Superbonus 110% con il recupero a 4 anni che sarà quindi uguale al 90,91% del valore nominale del credito di imposta maturato.
Inoltre sarà di 89,50 euro per ogni 100 euro di credito acquistato da Poste per interventi diversi da quelli che caratterizzano il Superbonus 110% con recupero in 5 anni. L’importo sarà quindi uguale all’89,5% del valore nominale del credito di imposta che si è maturato. Infine l’importo liquidato sarà di 80 euro per 100 euro di credito che Poste acquisterà.

Questo per interventi diversi da quelli che caratterizzano il Superbonus 110% con recupero in 10 anni uguale quindi all’80% del valore nominale del credito di imposta maturato.
Leggi anche: Prima e seconda casa: posso chiedere due volte il bonus 110?
[email protected]

Argomenti: ,