Roaming, la rivoluzione dal 1° gennaio 2019: cosa cambia quando si va all’estero

Grazie alle nuove regole volute dalla UE, ecco come cambia il roaming a partire dal 1° gennaio 2019: il costo dei GB e la possibilità di utilizzare il proprio piano tariffario.

di , pubblicato il
Grazie alle nuove regole volute dalla UE, ecco come cambia il roaming a partire dal 1° gennaio 2019: il costo dei GB e la possibilità di utilizzare il proprio piano tariffario.

Un’importante rivoluzione degli ultimi tempi è stata il cosiddetto ‘roaming like at home’, cioè la possibilità per chi viaggia in una delle nazioni della UE di poter utilizzare il proprio piano tariffario per quanto riguarda minuti e messaggi. Semplificando al massimo, quando si è all’estero (in un paese dell’Unione), si può chiamare ed inviare SMS utilizzando quelli del proprio abbonamento; lo stesso, però, non vale per i GB di internet, i quali, invece, risultano essere in numero molto ridotto.

Ecco come funziona e cosa cambia a partire dal 1° gennaio 2019.

Ricordiamo che il ‘roaming like at home’ funziona in tutti i paesi della UE: Austria, Bulgaria, Belgio, Cipro, Danimarca, Croazia, Estonia, Francia, Finlandia, Germania, Grecia, Gibilterra, Irlanda, Lettonia, Islanda, Liechtenstein, Lussemburgo, Lituania, Malta, Olanda, Norvegia, Polonia, Repubblica Ceca, Portogallo, Slovacchia, Regno Unito, Romania, Svezia, Slovenia, Ungheria e Spagna.

Gigabyte dati internet: come cambia il roaming a partire dal 1° gennaio 2019

Per capire a fondo come cambia il roaming a partire dal 2019, occorre fare un esempio. Mettiamo che il nostro piano tariffario prevede una spesa di 10 euro mensili per 30 GB di dati internet: fino al 2018, il costo di un GB all’estero era di 6 euro e la formula era la seguente – costo tariffa (IVA esclusa): costo di un GB all’estero (6 euro) x 2, per cui 10 euro circa: 6 euro x 2. Il risultato è che con l’abbonamento del nostro esempio si potevano utilizzare poco più di 3 GB. A partire dal 2019, però, la formula cambia, perché il costo, come già detto, del singolo GB scende a 4,5 euro.

Cambia il roaming: ecco quanti GB si potranno utilizzare all’estero a partire dal 2019

Ecco, allora, come cambia il roaming. Torniamo al nostro esempio (10 euro per 30 GB di dati internet). La nuova formula è la seguente: costo tariffa (IVA esclusa): costo di un GB all’estero (4,5 euro) x 2, per cui 10 euro circa: 4,5 euro x 2. Il risultato è che si avrà a disposizione poco più di 4 GB, uno in più rispetto al 2018.

Un ultimo elemento da sottolineare è l’evoluzione che avrà il roaming nei prossimi anni (sempre secondo quanto deciso a livello di UE): dal 1° gennaio 2020 il GB costerà 3,50 euro, mentre a partire dal 1° gennaio 2022 scenderà a 2,50 euro.

Leggete anche: Passa a Tim anno nuovo: ecco le super offerte di gennaio 2019.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.