Risparmiare in cucina: ecco 5 regole d’oro

5 consigli davvero d'oro per risparmiare in cucina e preservare allo stesso tempo l'ambiente.

di , pubblicato il
Come risparmiare in cucina

Risparmio non fa per forza rima con sacrificio per cui seguendo 5 semplici regole d’oro si potrà risparmiare in cucina ma allo stesso tempo portare a tavola piatti gustosi e sani. Basterà soltanto un poco di impegno all’inizio e poi il tutto avverrà in automatico.

5 semplici regole per risparmiare in cucina

La prima regola d’oro per risparmiare in cucina sarà quella di pianificare i pasti: prendendo un agenda o un calendario si potrà segnare giorno per giorno quello che si mangerà durante la settimana. Così si consumeranno cibi in maniera equilibrata ma sempre diversi. Il calendario si potrà fare il sabato o la domenica in modo tale da sapere con precisione quello che si dovrà acquistare il lunedì senza inutili sprechi al supermercato. Ovviamente si dovrà tenere conto che nell’arco della settimana si dovranno variare gli ingredienti per cui 2 volte si potrà magiare carne, 3 volte pesce e 1 volta uova e formaggio. Non si dovranno nemmeno dimenticare i legumi. E per la spesa si potranno anche spendere solo 20 euro a settimana se la si farà con oculatezza.

Un altro suggerimento d’oro sarà quello di acquistare ingredienti di stagione che non soltanto fanno bene alle tasche ma anche all’ambiente: una spesa sostenibile a chilometro zero non soltanto costa di meno ma non inquina ed è più sana. Quindi si potrà fare una bella scorta di verdura e frutta (una volta alla settimana in inverno, in estate due volte alla settimana) e porzionarla al bisogno effettivo. Attenzione poi a non lavare e tagliare le verdure prima dell’uso in quanto potrebbe rovinarsi. Rispettando la stagionalità dei prodotti si guadagnerà anche in salute e gusto.

Un altro utile consiglio sarà quello di conservare i prodotti in freezer sopratutto quando avanzano. Una volta cucinati, infatti, si potranno riporre in comodi contenitori ermetici per il congelatore. Anche la carne o il pesce crudo si potranno congelare (il pesce ovviamente pulito). Anche riciclare sarà un’ottima abitudine. Se avanza del formaggio, ad esempio, lo si potrà utilizzare per preparare una pasta al forno o uno sformato di verdura mentre se la frutta sta andando a male si potrà fare un frullato o una torta.

Regole d’oro per risparmiare in cucina

Un’altra regola d’oro per risparmiare in cucina sarà quella di non pranzare al bar quando si è fuori casa ma portare con sé quello preparato il giorno prima. Se la sera si cucineranno porzioni più abbondanti si potrà riempire un contenitore da portare con sé ad esempio al lavoro. Qualora non si abbia il tempo di preparare un pasto completo si potrà ovviare con un panino ma sempre con quello che c’è in casa: ad esempio con un hamburger e del pomodoro o insalata.

L’ultima è più difficile regola da seguire sarà quella di acquistare solo quello che serve. Questo perché quando si entra in un supermercato si è rapiti dal fascino delle novità e dai prodotti civetta che sono ideati proprio per essere comperati. Quando si può, si dovrà cercare di approfittare delle offerte ma soltanto di prodotti con lunga scadenza come ad esempio il tonno o anche i pelati che potranno essere consumati anche nei mesi a venire. Anche le merendine o il cioccolato potrebbero essere un buon prodotto da acquistare in offerta (visto che il prezzo è solitamente alto) ma sempre se con scadenza lunga.

Seguendo questi 5 piccoli consigli si potrà non solo risparmiare qualcosina ma si preserverà anche l’ambiente.

Potrebbe interessarti anche: Come risparmiare sulla spesa dei detersivi: consigli utili contro lo spreco indotto dalle case produttrici

[email protected]

Argomenti: ,