Risparmiare energia elettrica in bolletta usando al meglio il frigorifero: ecco alcune dritte

Ecco alcuni consigli per risparmiare energia elettrica in bolletta usando al meglio il frigorifero che è uno degli elettrodomestici che consuma di più.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Ecco alcuni consigli per risparmiare energia elettrica in bolletta usando al meglio il frigorifero che è uno degli elettrodomestici che consuma di più.

E’ possibile risparmiare energia elettrica in bolletta usando il frigorifero in modo corretto. Il frigo, per chi non lo sapesse, infatti, è uno degli elettrodomestici che consuma di più. Evitando sprechi inutili di energia e seguendo alcuni consigli però, si potrà ricevere una bolletta meno salata e si preserverà l’ambiente.

Frigorifero: quanto mi costi

Un vecchio frigorifero di classe C o inferiore ad essa consuma molto più (alle volte anche tre volte di più) di uno di classe A a basso consumo energetico. Questi ultimi elettrodomestici costano in media 150 euro in più rispetto agli altri ma tale costo viene recuperato in bolletta nei primi anni.

Prima di acquistare un nuovo frigorifero, comunque, il primo consiglio è quello di considerare da quante persone verrà utilizzato. La capacità media va dai 100 ai 150 litri a persona e oltre i 300 litri per una famiglia di più di 4 persone. C’è da sottolineare, inoltre, che ogni 100 litri di capacità, il consumo di elettricità aumenta di circa 10 kWh per cui sarà importante scegliere bene per non avere brutte sorprese in bolletta. Inoltre è importante sapere che un frigorifero monoporta consumerà meno rispetto ad uno con la doppia porta se di 200 litri.

Regole da rispettare per risparmiare in bolletta con il frigorifero

Per risparmiare sul costo della bolletta, è importante seguire alcune dritte riguardanti l’utilizzo del frigorifero che, come detto, è uno degli elettrodomestici che consumano di più. E allora per risparmiare:

  • in primis non riempitelo troppo in quanto più è pieno, più ha bisogno di energia per mantenere la temperatura desiderata,
  • non introducete mai al suo interno cibi caldi o cucinati al momento. L’ideale è attendere che essi raggiungano la temperatura ambiente in modo tale da non utilizzare l’energia del frigorifero per raffreddarli,
  • regolate il termostato tra il livello minimo e quello medio. Ricordiamo che la temperatura del frigo deve essere compresa tra i tre e cinque gradi, quella del congelatore tra i –quindici e i – diciotto. Avere temperature più alte è solo spreco di energia e di denaro,
  • evitate di aprire il frigo in continuazione in quanto tale operazione fa disperdere il freddo per cui per ritornare alla temperatura ideale si consumerà più energia e infine
  • ora che siamo giunti quasi alla stagione invernale si potrà evitare di mettere acqua in frigo o altri prodotti che non necessitano di temperature fredde consumando così meno energia.

Seguendo queste piccole dritte si aiuterà non solo l’ambiente ma la bolletta sicuramente sarà di un poco inferiore.

Leggete anche: Come risparmiare fino al 50% sulla bolletta elettrica: consigli e suggerimenti – una guida.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Per la casa, Risparmiare, Utenze domestiche