Come risparmiare fino al 50% sulla bolletta elettrica: consigli e suggerimenti – una guida

Secondo i dati Enea è possibile risparmiare fino al 50% sulle somme della bolletta di corrente elettrica. Come? Seguendo alcuni consigli.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Secondo i dati Enea è possibile risparmiare fino al 50% sulle somme della bolletta di corrente elettrica. Come? Seguendo alcuni consigli.

Un uso più efficiente delle risorse può portare a un risparmio fino al 50% dei costi della bolletta elettrica. A sostenerlo sono i dati Enea che sottolineano come, con uno stile differente di, si possa risparmiare il 10% sull’uso diretto degli elettrodomestici e ben il 40% per quanto riguarda il riscaldamento. Il tutto senza sacrifici eccessivi: non si deve rinunciare a nulla e non occorre sostituire alcun apparecchio. Ecco tutte le indicazioni fondamentali.

Lampadine a basso consumo: come risparmiare (davvero tanta) elettricità

Le stime parlano di un consumo di elettricità connesso all’illuminazione all’interno delle abitazioni di circa il 13,5% dei consumi totali. Poco meno di 1/7 dei costi della bolletta sono connessi alle lampadine. Se in casa ci sono ancora lampadine a incandescenza (quelle con il filamento interno, per intenderci), sappiate che esse consumano il 75% in più rispetto a quelle a LED. Il consiglio è di rinnovare tutte le lampadine: quelle a LED hanno un costo maggiore, che viene però ammortizzato immediatamente con i consumi molto più ridotti e con il fatto che hanno una durata nettamente maggiore.

Elettrodomestici: come ridurre i consumi e risparmiare in bolletta

La maggior parte dei consumi è connesso agli elettrodomestici – quelli che consumano di più sono quelli che producono calore o “freddo”: insomma dal frigorifero al forno passando per lavastoviglie e lavatrici. Ebbene, se dovete cambiare un elettrodomestico, ricordate di controllare la categoria di efficienza energetica: da A+ fino A+++ sono i più efficienti. Dunque, una spesa maggiore all’inizio, ammortizzata poi dal risparmio energetico.

Se invece non dovete ancora cambiare gli elettrodomestici o non ne avete la possibilità, per risparmiare in bolletta subito circa 5 euro al mese basta spegnere gli elettrodomestici e non lasciarli in stand-by (la lucetta che rimane perennemente accesa).

Attenzione agli “apparecchi miracolosi” e alle dispersioni!

Sul web è possibile trovare una serie di dispositivi mediante i quali si sostiene che si possa di molto ridurre i consumi. Ebbene, occorre diffidare da queste “miracolose” offerte: l’efficacia non è stata ancora provata e al momento sono degli specchietti per le allodole. L’unico modo, dunque, resta sempre il medesimo: acquistare lampadine a LED, elettrodomestici con classe quanto più elevata di efficienza (A+++) e l’attenzione agli stand-by. Attenzione, inoltre, anche alle dispersioni: le prese non devono mai essere calde e gli elettrodomestici non devono produrre ronzio – entrambe queste evenienze sono segnale di una dispersione di elettricità che, oltre ad essere pericolose, possono portare a aumenti considerevoli nei consumi e dunque dei costi della bolletta.

Leggete anche: Aumenti bollette e benzina: il Codacons lancia l’allarme, 340 euro in più a famiglia ma come risparmiare?.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Per la casa, Utenze domestiche