Quali sono i migliori investimenti postali di oggi 6 luglio 2021: libretti di risparmio o buoni postali?

Ad oggi 6 luglio quali sono i migliori investimenti postali: è meglio optare per i buoni fruttiferi postali o per i libretti di risparmio con offerta Supersmart?

di , pubblicato il
Quali sono i migliori investimenti postali

Quali sono i migliori investimenti postali di oggi 6 luglio? Sicuramente i prodotti più sicuri sono i libretti di risparmio ed i buoni fruttiferi postali. In molti però preferiscono questi ultimi perché offrono rendimenti crescenti nel tempo anche se non troppo alti. Ecco maggiori dettagli in merito.

Quali sono i migliori investimenti postali: i libretti di risparmio postale

I libretti di risparmio postale così come i buoni fruttiferi postali sono emessi dalla Cassa Depositi e Prestiti Spa e garantiti dallo Stato Italiano. Sono disponibili in più tipologie ed anche in forma dematerializzata per versare nonché prelevare in tutta sicurezza con la carta libretto. Rendono però molto poco: il libretto ordinario dà un tasso nominale annuo lordo dello 0,001% e tale cifra è in vigore dal 7 novembre 2019. Sottoscrivendo il libretto Smart e attivando l’offerta Supersmart, però, tutto cambia. Essa permette infatti di avere un tasso di interesse più alto sulle somme investire e la sottoscrizione può avvenire con un minimo di mille euro. Al momento è solo disponibile l’offerta SuperSmart 180 giorni grazie alla quale si ha un tasso di interesse annuo lordo a scadenza dello 0,40% per vincolo di 180 giorni. Questa promozione si può attivare da ufficio postale, da poste.it e da app BancoPosta.

Buoni fruttiferi postali: quali sono i migliori investimenti postali

In alternativa all’offerta Supersmart, sottoscrivile solo su libretto postale Smart, si può optare per investimenti in buoni fruttiferi postali 3×4 con vincolo fino a 12 anni per ottenere il massimo rendimento. Il rimborso con gli interessi, però, si può già richiedere dopo 3,6 e 9 anni ma dei tre anni si ha diritto solo al capitale investito e non anche agli interessi. Nel dettaglio, il rendimento effettivo annuo lordo è dello 0,10% dopo il 3° anno, dello 0,20% dopo il 6° anno, dello 0,30% dopo il 9° anno e dello 0,50% dopo il 12° anno.

Si ricorda che sia i bfp che i libretti di risparmio piacciono tanto agli italiani perché non hanno alcun costo di sottoscrizione o rimborso eccetto gli oneri di matura fiscale. Inoltre i buoni sono soggetti ad una tassazione agevolata del 12,50% sugli interessi. Ricordiamo, infine, che dopo la scadenza i bfp diventano infruttiferi (non danno più interessi) mentre dieci anni dalla scadenza si prescrivono per cui non è possibile ricevere né capitale investito né investito.

Leggi anche:  Il miglior investimento in Poste Italiane di inizio luglio 2021 è la nuova offerta Supersmart 360 giorni?
[email protected]

Argomenti: , , ,