Qual è il miglior buono fruttifero postale di metà luglio 2021?

Ecco qual è il miglio buono fruttifero postale di metà luglio 2021, quello dal rendimento annuo lordo più interessante.

di , pubblicato il
buono fruttifero postale

Alla domanda qual è il miglior buono fruttifero postale di metà luglio 2021, la risposta è il 4×4 per chi vorrà investire nel lungo periodo ed il 3×4 per chi vorrà investire nel medio-lungo periodo. I buoni postali, ricordiamo, sono un prodotto di investimento tra i preferiti in circolazione perché non hanno costi di collocamento/rimborso e poi perché hanno una tassazione agevolata sugli interessi. Insomma sono buoni dall’inizio alla fine.

Bfp 4×4 o 3×4: qual è il miglior buono fruttifero postale di metà luglio 2021

Chi vorrà investire nel lungo periodo in buoni fruttiferi postali dovrà optare per il 4×4 la cui durata è fino ai 16 anni. Si potrà però contare su rendimenti fissi e crescenti nonché sul rimborso in qualsiasi momento. Il riconoscimento degli interessi maturati, però, avverrà solo dopo quattro, otto e dodici anni. Le condizioni in vigore dal 6 novembre 2020 comunicano che alla fine del 4° anno, il rendimento annuo lordo sarà dello 0,20% e dopo l’8° anno dello 0,30%. Dopo il 12° dello 0,50% e dopo il 16° anno dello 0,75%.

Per chi vorrà investire i propri soldi per periodi più brevi ma non brevissimi dovrà optare per il buono fruttifero postale 3×4 per investimenti fino a 12 anni. Anche in questo caso si potrà contare su rendimenti fissi crescenti e si avrà flessibilità di rimborso dopo 3, 6 e 9 anni con il riconoscimento degli interessi maturati. Il rendimento effettivo annuo lordo, secondo l’ultimo aggiornamento del 6 novembre 2020, sarà dello 0,10% dopo 3 anni, dello 0,20% dopo 6 anni, dello 0,30% dopo 9 anni e dello 0,50% dopo 12 anni.
Si ricorda infine che entrambi i buoni fruttiferi postali cartacei 4×4 e 3×4 diventeranno infruttiferi dal giorno seguente alla scadenza. Questo significa che non produrranno più interessi mentre dopo 10 anni dalla scadenza si prescriveranno. Se si verificherà quest’ultima condizione non sarà più possibile né riavere il capitale investito e nemmeno gli interessi.

Leggi anche: Dove conviene investire oggi in un conto deposito o in un immobile
[email protected]

Argomenti: ,