Postepay PuntoLis, la prepagata con Iban richiedibile dal tabaccaio: quanto costa e come funziona

C'è una nuova carta prepagata di Poste Italiane che è la Postepay PuntoLis con Iban che si può richiedere dal tabaccaio: ecco quanto costa e come funziona.

di , pubblicato il
postepay puntolis poste italiane

La Postepay PuntoLis è la carta prepagata dotata di Iban che si può richiedere anche dal tabaccaio purché sia un PuntoLis abilitato al servizio. I benefici di questa carta saranno tanti. In primis l’Iban grazie al quale si potrà effettuare su di essa l’accredito dello stipendio o della pensione. Ecco allora come funziona e quanto costa.

Come funziona la Postepay PuntoLis con Iban

Postepay PuntoLis è la carta prepagata con la quale grazie all’Iban non solo si potrà accreditare lo stipendio e la pensione ma si potranno anche ricevere ed effettuare bonifici, domiciliare le utenze ed effettuare pagamenti giornalieri in tutta sicurezza. La nuova prepagata di Poste Italiane possiede, come detto, l’Iban che si potrà visualizzare sia dall’applicazione Postepay che da quella BancoPosta. Inoltre dal sito ufficiale di Postepay.
Per richiederla sarà necessario rivolgersi ad una tabaccheria PuntoLis abilitata al servizio. In seguito la carta arriverà direttamente presso la propria dimora. Per l’esattezza all’indirizzo comunicato al tabaccaio in fase di richiesta. L’attivazione, poi, potrà avvenire presso qualsiasi ufficio postale dopo la sottoscrizione del contratto.

Con la Postepay PuntoLis, inoltre, si potrà abilitare il servizio Google Pay in app Postepay per pagare contactless oppure online usando lo smartphone Android. Ovviamente si potrà anche abilitare il servizio Apple Pay in App Postepay e BancoPosta per pagare in qualsiasi negozio che espone il simbolo contactless oppure in modalità online.
Passiamo ai costi. Quello di emissione è di 5 euro più di 15 euro di ricarica minima sulla carta. Il canone annuo è invece di 12 euro mentre il plafond della carta è di 30.000 euro.

In alternativa ad essa si pptrà scegliere la Postepay Evolution (sottoscrivibile agli uffici postali) dotata anch’essa dell’Iban necessario per accreditare lo stipendio o la pensione sulla carta.

Anche con essa poi si pptrà disporre e ricevere bonifici, domiciliare le utenze e pagare i bollettini. In più pagare in contactless oppure online usando un dispositivo Android/iOs con Apple Pay e Google Pay. Le condizioni economiche saranno le stesse: il prezzo di emissione di 5 euro più 15 euro di ricarica minima. Anche in questo caso il canone annuo sarà di 12 euro mentre il plafond della carta è di 30.000 euro.
Leggi anche:  Giacenza media Poste Italiane per Isee 2022: da oggi disponibile anche online
[email protected]

Argomenti: ,