Poste Italiane: ecco come funzionano i servizi dedicati Seguimi, Fermoposta e Casella Postale

Ecco come funzionano e a cosa servono i servizi dedicati Seguimi, Fermoposta e Casella Postale di Poste Italiane.

di , pubblicato il
bollettini postali

Poste Italiane fornisce ai suoi clienti diverse soluzioni per reindirizzare la posta verso un nuovo domicilio o ufficio per brevi/lunghi periodi. Inoltre per chi non vuole più riceverla ai recapiti abituali. I servizi dedicati sono FermoPosta, Casella Postale e Seguimi. Il primo è per ricevere la posta in modo riservato presso l’ufficio postale mentre l’ultimo è per il reinoltro della posta per chi cambia indirizzo. Infine con la Casella Postale si ha la consegna in cassetta personale presso l’ufficio postale.

Come funziona Seguimi

Seguimi è il servizio di Poste Italiane per chi cambia casa, trasloca o si trasferisce in modo temporaneo in Italia o all’estero ed ha bisogno di ricevere la posta. Si può chiedere il reinoltro della sola corrispondenza a firma o anche quella non a firma con un costo in aggiunta. Con il primo si ha recapito in Italia di Posta Raccomandata, Raccomandata 1, Assicurata e Confezioni Preaffrancate Standard. Questo servizio si può attivare presso l’ufficio postale previo appuntamento compilando un modulo o tramite sito ufficiale di Poste Italiane. In questultimo caso bisogna ovviamente essere iscritti al portale compresi in minorenni ed attivare il servizio con identificazione con PosteID a Spid. O anche con cellulare certificato presso Poste o con documento di riconoscimento. Bisogna infine effettuare il pagamento mediante conto BancoPosta, Postepay o carta di credito.

FermoPosta: ecco cos’è e come funziona

Per i clienti che non hanno una casella postale o un recapito fisso, Poste Italiane ha messo a punto il FermoPosta. Quest’ultimo è un servizio che permette di farsi recapitare la posta presso l’ufficio postale più comodo per il cliente. La richiesta può essere inoltrata solo da una persona maggiorenne e per indirizzare la spedizione al FermoPosta il mittente deve inserire sulla busta il nome ed il cognome del titolare del servizio.

O anche il numero di documento a lui intestato e la dicitura “fermoposta” nonché il Cap e l’esatta denominazione dell’ufficio postale per il ritiro. Il destinatario, poi, deve ritirare la corrispondenza entro 30 giorni.

E infine le caselle postali

Chi non ha un recapito fisso o non vuole ricevere la corrispondenza a casa può noleggiare caselle postali di Poste Italiane. Si tratta di un piccolo spazio fisico numerato e chiuso a chiave che si trova dentro all’ufficio postale. Si può ritirare la corrispondenza in ogni momento ma solo durante l’orario di apertura dell’ufficio. La casella può essere attivata solo da persone maggiorenni e se la corrispondenza è troppo voluminosa è possibile effettuare il ritiro presso l’ufficio postale o dell’operatore alternativo utilizzato dal mittente.
[email protected]

Argomenti: ,