Noleggio auto estate 2017: le regole per tutelarsi e risparmiare suggerite dall’UNC e Aniasa

Ecco le regole per tutelarsi e risparmiare sul noleggio auto in vista dell'estate 2017 suggerite dall'UNC e Aniasa.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Ecco le regole per tutelarsi e risparmiare sul noleggio auto in vista dell'estate 2017 suggerite dall'UNC e Aniasa.

Sempre più italiani, in vista delle agognate vacanze, decidono di noleggiare un’automobile invece di sfruttare la propria. Ecco allora alcune regole fondamentali per il “rent a car” fornite dall’Associazione Nazionale Consumatori in collaborazione con l’Aniasa per tutelarsi e per risparmiare.

Noleggio auto estate 2017: le 15 regole per tutelarsi e risparmiare suggerite dall’UNC e Aniasa

Per noleggiare un auto in sicurezza alla prenotazione, l’UNC (ecco il link dell’Unione Nazionale Consumatori dettagliato) consiglia di:

  • Scegliere il canale più adeguato facendo una buona comparazione di quelli presenti. Bisognerà distinguere bene le società di noleggio dai broker o da altre agenzie,
  • controllare bene i costi aggiuntivi come ad esempio quelli per il navigatore o quelli per il seggiolino per il bambino,
  • controllare sempre il costo della franchigia dell’assicurazione in quanto farla aiuterà a risparmiare in caso di problemi al veicolo,
  • chiedere quali sono i metodi di pagamento accettati e quando l’importo sarà prelevato ed infine
  • chiedere che vi venga inviata la copia di tutti i dettagli della prenotazione qualora essa sia fatta in modalità online.

L’UNC consiglia al ritiro di:

  • Controllare sia l’esterno che l’interno dell’auto che si intende noleggiare. Qualora essa presenti dei danni, bisognerà farli annotare sul contratto,
  • controllare lo stato degli strumenti forniti a bordo della vettura come il triangolo o il kit degli pneumatici nonché i documenti,
  • presentare la patente in corso di validità ed una carta di credito che abbia disponibilità di fondi,
  • chiedere all’incaricato di spiegarvi l’esatto funzionamento della vettura qualora non la conosciate e infine
  • chiedere sempre all’incaricato cosa fare qualora la macchina abbia un guasto o si rimanga vittima di un incidente.

L’Unione Nazionale Consumatori consiglia infine alla riconsegna di:

  • riconsegnare l’auto negli orari di apertura. Prima però bisognerà controllare lo stato della vettura e chiedere un’attestazione scritta di buono stato,
  • consegnare l’auto sempre con il pieno di benzina. Nel caso esso fosse mancante, potrebbe esserci delle penali molto salate. Fate quindi annotare sulla ricevuta che il serbatoio è pieno,
  • fotografare la vettura qualora dobbiate lasciare le chiavi in una cassetta. In questo modo potrete sempre verificare danni eventualmente caricati ingiustamente,
  • chiedere alla società che emette la vostra carta di credito, una volta avuta la fattura, di sbloccare le somme congelate a titolo cauzionale e infine
  • contestare per iscritto prima di pagare, eventuali costi che vi saranno fatti pagare in aggiunta.

Per altre info su come risparmiare, leggete anche: Risparmiare sul mutuo acquisto prima casa: ecco alcuni consigli su come fare

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Risparmiare