Money Muling: ecco i consigli di Intesa Sanpaolo per proteggersi dalle truffe online

Ecco cos'è nel dettaglio il Money Muling ed i consigli di Intesa Sanpaolo per proteggersi dalle truffe online.

di , pubblicato il
Ecco cos'è nel dettaglio il Money Muling ed i consigli di Intesa Sanpaolo per proteggersi dalle truffe online.

Le truffe online, purtroppo, sono in continua evoluzione. Spesso i malintenzionati chiedono aiuto a coloro che dispongono di un conto corrente che, ignari di commettere un reato, si trasformano in “Money Mule“. Ecco allora cos’è il Money Muling e i consigli di banca Intesa Sanpaolo per evitare di essere truffati.

Money Muling: ecco cos’è

Il Money Muling è colui  che trasferisce del denaro che ha ottenuto in forma non legale, con diversi strumenti di pagamento, attraversando spesso varie nazioni. Il guadagno di questa persona sta nel fatto che riesce a trattenere le commissioni. Ma come avviene tale pratica? I criminali reclutano le loro vittime mediante annunci di lavoro (come ad esempio quello della ricerca di agenti per il trasferimento di denaro), mediante le e-mail, i social network come Facebook o infine mediante annunci online o applicazioni di messaggistica come ad esempio Whatsapp.

Intesa Sanpaolo comunica che il Money Muling è di solito una persona da poco arrivata nel nostro paese, un disoccupato, uno studente o qualcuno che ha problemi economici. In percentuale maggiore, comunque, tale figura è da associare ad un uomo (le donne sono di meno) di un’età compresa tra i 18 ed i 34 anni.

A cosa bisogna fare attenzione per proteggersi dalle truffe

Intesa Sanpaolo sulla sua pagina web ha dedicato un’intera sezione al Money Muling. Per proteggersi da tale pratica, la Banca invita tutti a prestare attenzione a contatti o e-mail inaspettate che arrivano mediante i social network che propongono soldi semplici. Si dovrà inoltre prestare attenzione a offerte di lavoro nelle quali non vi sono richieste specifiche particolari o quando il lavoro proposto non è descritto in modo chiaro.

Si dovrà diffidare anche di società estere che cercano agenti locali disposti a lavorare per conto loro o quando l’e-mail che si riceve ha come indirizzo e-mail un dominio riconducibile ad una società di servizi web come yahoo o gmail invece di una determinata società. Infine si dovrà prestare la massima attenzione quando il messaggio contiene grandi errori grammaticali e di sintassi.

Cosa fare? I consigli di Intesa Sanpaolo

Banca Intesa Sanpaolo invita tutti a non rispondere o cliccare sui link contenuti in e-mail sospette. E ancora, suggerisce di controllare a fondo i dati della società che propone il lavoro sopratutto se essa si trova all’estero. Inoltre il suggerimento è quello di non fornire mai i propri dati bancari o le coordinate a persone che non si conoscono e, qualora, si pensi di essere vittime di truffe come quella “money mule”, di bloccare subito il trasferimento di denaro. In quest’ultimo caso si dovrà informare subito la Banca e l’Ufficio di Polizia più vicino.

Leggete anche: App Intesa Sanpaolo mobile: ecco cos’è e come funziona il prelievo SOS.

Argomenti: ,