Libretto risparmio postale di Poste Italiane: differenza tra smart e ordinario

Ecco le info sulla differenza tra libretto di risparmio postale smart e ordinario di Poste Italiane.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Ecco le info sulla differenza tra libretto di risparmio postale smart e ordinario di Poste Italiane.

Il libretto di risparmio postale di Poste Italiane è lo strumento ideale per chi desidera gestire i propri risparmi in modo comodo e sicuro. Esso non ha costi di gestione o commissione tranne quelli di oneri di natura fiscale. Ecco, dunque, la differenza tra un libretto smart ed uno ordinario.

Libretto di risparmio Smart di Poste Italiane

Il libretto smart di Poste Italiane è un valido strumento per gestire al meglio i propri risparmi. Grazie ad esso si potrà operare sempre online grazie al servizio RPOL o mediante l’app Risparmio Postale con smartphone o tablet. Richiedendo la sua abilitazione presso uno degli uffici postali dislocati sul territorio, poi, si potranno trasferire anche comodamente i propri risparmi da conto corrente bancario a libretto smart con un semplice bonifico. In alternativa alla forma cartacea, tale libretto potrà essere aperto anche in forma dematerializzata.

Tale libretto si potrà aprire direttamente presso uno sportello postale oppure mediante canali mobile o online qualora il sottoscrittore abbia aderito al servizio RPOL. Con Smart si potranno disporre girofondi dal proprio conto corrente Banco posta o libretto nominativo a quello Smart e viceversa, sottoscrivere o rimborsare bfp dematerializzati regolati sul proprio libretto smart e ricaricare anche la propria carta postepay. Ogni utente potrà avere al massimo 1 libretto smart ma dovrà essere maggiorenne.

Libretto ordinario Poste Italiane

Anche il libretto ordinario si potrà aprire in forma dematerializzata invece che cartacea. Aprendolo nel primo formato, quindi, si potrà fare ogni operazione senza più la necessità di portare con sé il titolo cartaceo. Con il libretto ordinario si potrà versare e prelevare in tutti gli uffici postali, si potrà utilizzare la carta libretto sia per versare che prelevare, si potranno sottoscrivere dei bfp ed inoltre si potrà accreditare la pensione INPDAP e INPS. Esso potrà essere intestato fino ad un massimo di quattro persone e anche ad un minore che dovrà però essere l’unico intestatario. Per info su altri prodotti postali, leggete anche: Buoni fruttiferi postali di Poste Italiane: la nuova offerta 3 anni plus con un rendimento dello 0,70%.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Conti e carte, Libretti risparmio postale, Libretto Smart