Libretti postali dormienti al 31 agosto 2022: attenzione all’estinzione, ecco quando ci sarà

I titolari di libretti postali che risultano dormienti al 31 agosto 2022 hanno pochi mesi di tempo per evitare l’estinzione e consentire il censimento anagrafico.

di , pubblicato il
Quaando ci sarà l'etinzione dei libretti postali dormienti di agosto?

Cosa si intende per libretti postali dormienti? Poste Italiane lo spiega in modo molto chiaro: “sono i libretti non movimentati dal titolare da più di 10 anni, non sottoposti a procedimenti o blocchi operativi che ne impediscano la movimentazione delle somme e che abbiano un saldo superiore a 100 euro”.

I titolari di libretti di risparmio postale, che rientrano in questa descrizione, devono recarsi in un qualunque ufficio postale per dare l’assenso al censimento anagrafico ed evitare l’estinzione. Si tratta di una procedura che Poste Italiane ha già attivato nel 2022: coloro che erano titolari di libretti dormienti al 31 marzo 2022 hanno avuto tempo fino al 20 ottobre 2022 per effettuare le operazioni richieste. Dopo quella data è stata avviata la procedura di estinzione.

Ma qual è la prossima data di scadenza?

La procedura di estinzione dei libretti postali dormienti: si perde davvero il capitale?

Se dunque non arriva alcuna disposizione da parte dei titolari dei libretti dormienti, Poste Italiane procede all’estinzione.

Poste Italiane spiega chiaramente che “le somme su di esso depositate saranno devolute al Fondo gestito da Consap, istituito ai sensi dell’art. 1, comma 343, della legge n. 266/2005 e disciplinato dal Regolamento di cui al D.P.R. 22 giugno 2007 n. 116, nelle modalità e nei tempi ivi previsti”. Si sottolinea inoltre che i titolari hanno ricevuto una comunicazione specifica e che preliminarmente basta anche soltanto inviare una risposta all’indirizzo presente nella missiva ricevuta.

Probabilmente ti starai chiedendo se davvero c’è il rischio di perdita del capitale. La risposta è semplice. È possibile riavere i propri soldi facendo domanda di rimborso a Consap, ma la procedura sarà valida soltanto se il reclamo viene effettuato entro dieci anni.

Come si fa a sapere se il proprio libretto di risparmio postale è ‘dormiente’?

È sempre possibile che la comunicazione di Poste Italiane non sia arrivata o sia stata smarrita dal titolare. Come fare allora a sapere se il proprio libretto postale rientra nella categoria ‘dormiente’? anche in questo caso la risposta è semplice.

Basta collegarsi al sito di Poste Italiane dove è presente l’elenco completo. Per effettuare la ricerca con consapevolezza, basta semplicemente sapere che sono ordinati a partire dal numero di identificazione dell’ufficio postale presso il quale il libretto è stato aperto. Gli elenchi sono disponibili presso qualunque ufficio postale e l’informazione può essere richiesta anche tramite servizio clienti al numero verde (gratuito) 800.00.33.22.

Qual è la data di scadenza per i libretti postali dormienti al 31 agosto 2022?

E arriviamo alla questione odierna. Poste Italiane ha comunicato che i titolari dei libretti postali che risultano ancora ‘dormienti’ alla data del 31 agosto 2022 hanno a disposizione poco più di sette mesi per tornare in regola. La data di scadenza per dare disposizioni ed evitare l’estinzione è infatti il 2 aprile 2023. Il consiglio è quello di muoversi per tempo.

[email protected]

Argomenti: ,