Le carte di credito e di debito diventano verticali: il problema restano i social – non postate quella foto

Un’evoluzione è in atto e probabilmente si consoliderà nel futuro prossimo: le carte bancarie diventeranno verticali, anche se il vero problema restano le foto sui social network.

di , pubblicato il
Le migliori carte prepagate dotate con Iban grazie alle quali si potranno effettuare tante operazioni come un bonifico o l'accredito dello stipendio.

Quando usiamo una carta di credito o di debito, cioè nel momento in cui la inseriamo in un POS o la consegniamo a un cassiere al supermercato, il nostro modo di utilizzarla è sempre in verticale e non in orizzontale. Partendo da questo semplicissimo dato di fatto, una startup inglese, Starling Bank, ha dato avvio alla sperimentazione di una carta che abbia l’orientamento verticale; immediatamente, l’idea è arrivata anche nel nostro paese, dove, al momento, è soltanto la carta Oval, associata al conto Oval Pay, ad aver cambiato l’aspetto delle carte. Il tutto prevede lo spostamento del numero sul retro e non più in rilievo sul davanti perché gli apparecchi sono cambiati e non è più necessaria neanche questo accorgimento: il retro, per il momento, resta in orizzontale, per questioni connesse al chip e alla banda magnetica.

Non postate quella foto sui social!

Interessante notare un aspetto ulteriore. Come sottolineato, tra il serio e il faceto, da Business Insider, è possibile che questo orientamento verticale sia dovuto anche all’impatto di Instagram sulla nostra vita e percezione: il social, infatti, privilegia gli orientamenti ‘portrait’ (cioè verticali) a quelli ‘landscape’ (cioè orizzontali), per una questione di fruizione. Inoltre – ed è questo il vero problema – sono moltissimi gli utenti che, non è chiaro il motivo, postano fotografie delle proprie carte bancarie, non premurandosi di oscurare nemmeno il numero. Tutto questo si risolve in un vero e proprio regalo per gli hacker che possono acquisire informazioni e utilizzarle per scopi non di certo virtuosi.

In questo senso, lo spostamento di tutti i dati sul retro – dal momento che, come abbiamo già sottolineato, non è più necessario il numero in rilievo – potrebbe permettere una minore esposizione dei propri dati da parte degli utenti.

Leggete anche: Truffa carte di credito e conti corrente: c’è anche il vishing, ecco come difendersi.

Argomenti: ,