Internet a casa, cambiare operatore? Gli indizi che ci dicono che qualcosa non va

Ecco come capire se è meglio cambiare internet a casa.

di , pubblicato il
Ecco come capire se è meglio cambiare internet a casa.

Se non siete soddisfatti della qualità di internet che avete a casa, ma non sapete se è un bene oppure no cambiare operatore, ecco alcuni suggerimenti che vi aiuteranno a capire se davvero qualcosa non va, oppure no.

Internet a casa, quando cambiare?

A differenza dell’operatore mobile, siamo molto restii a cambiare operatore quando riguarda l’internet fisso a casa, forse perché a volte le procedure di cambio non sono velocissime, o magari il contratto prevede delle penali se non si è completati gli anni prefissati, ma probabilmente a volte anche perché semplicemente non ci rendiamo conto che la nostra connessione da casa fa un po’ le bizze. Come fare quindi per capire se stiamo pagando un servizio davvero eccellente, oppure potremmo trovare di meglio?

Uno degli indizi più importanti è sicuramente la velocità. Per testarla basta andare su uno dei tanti siti online e fare appunto il test del download e upload del segnale di rete. Il test ci dirà in tempo reale a che velocità sta andando il nostro internet di casa. Il test può essere fatto con qualsiasi device a vostra disposizione, importante è che sia connesso al wi fi di casa. Se ad esempio state pagando per una fibra a 100 mega al secondo, e il test vi dice che ne avete al massimo 20, allora qualcosa non va. Stessa cosa anche se invece avete una fibra FTTH, ossia da 1000 mega, ma il test rileva una velocità troppo bassa.

In buona sostanza, la velocità di connessione rappresenta l’apice verso cui ruotano tutti i problemi. Un altro indizio infatti che qualcosa non va è rappresentato dal fatto che la rete fatica a connettere con efficacia diversi device insieme.

Il problema della simultaneità infatti si verifica quando la rete non riesce a far girare alla medesima velocità tutti i dispositivi connessi su di essa. Anche in questo caso, è possibile verificare la simultaneità attraverso il test incrociato dei dispositivi.

Infine, l’ultimo problema che una connessione scarsa più causare, è quello di lag e buffering. Il primo lo si riscontra durante i gameplay. Se quindi avete gigli che giocano alla console online, o siete voi stesso un accanito giocatore, e le vostre sessioni di gioco si bloccano continuamente, allora la connessione va necessariamente cambiata. Stessa cosa per quanto riguarda il buffering, ovvero quando durante la visione streaming di un film, il video si interrompe rendendovi l’esperienza snervante. Anche in questo caso, bisogna prendere atto che la qualità della connessione è pessima, e fareste meglio a cambiare operatore.

Potrebbe interessarti anche Arriva l’offerta WindTre da 20,99 euro per internet fisso

Argomenti: