Finta email di Poste Italiane di un bonifico in arrivo: non cliccare sul link, ma come difendersi da phishing?

Poste Italiane non hanno pace. Una nuova email e una nuova truffa sono in agguato su internet. L'ultima annuncia un bonifico in arrivo. Ma come difendersi dal phishing?

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Poste Italiane non hanno pace. Una nuova email e una nuova truffa sono in agguato su internet. L'ultima annuncia un bonifico in arrivo. Ma come difendersi dal phishing?

Poste Italiane non hanno pace. Una nuova email e una nuova truffa sono in agguato su internet come comunica il portale perugiatoday.it. Alcuni utenti, infatti, hanno ricevuto un ennesimo finto messaggio mediante posta elettronica che annuncia che per loro vi è un bonifico in arrivo. Ma come difendersi dal phishing?

Email truffa: Poste Italiane di nuovo nel mirino

Un finto messaggio di Poste Italiane che preannuncia un bonifico in arrivo di circa mille euro sta arrivando per email. Ovviamente è l’ennesimo tentativo di truffa ai danni di Poste Italiane. Il messaggio comunica al cliente che in arrivo per lui vi è un bonifico di 1.250 euro. Il messaggio prosegue poi comunicando al cliente che non è possibile procedere con l’accredito in quanto le coordinate bancarie non sono valide o corrette. Viene quindi richiesto di aggiornare le proprie informazioni in quanto se ciò non sarà fatto, allora si dovrà procedere con lo storno del bonifico e rimandare al mittente la somma. Nel finto messaggio si chiede infine di cliccare sul link alla fine del messaggio per aggiornare i dati e poi compilare correttamente tutti i campi.

Non bisognerà assolutamente cliccare su quel link in quanto il rischio non solo è il furto dei propri dati personali ma anche quello di perdere il denaro contenuto sul proprio conto.

Come difendersi dai tentativi phishing Poste Italiane

Qualora arrivino delle email sospette bisognerà ignorarle e sopratutto non cliccare mai sui link contenuti al loro interno. Poste Italiane (così come gli altri Istituti di Credito) non chiedono mai ai loro clienti di reimpostare le credenziali di accesso al proprio account. Qualora per sbaglio si dovesse cliccare su tali link, quindi, cosa succederebbe? Ebbene l’ignaro utente verrebbe rimandato ad una pagina web realizzata da hacker che somiglierà in tutto e per tutto a quella di Poste Italiane. In essa verrebbe poi chiesto di inserire le credenziali d’accesso negli appositi campi magari reimpostando la password. In questo modo i cyber criminali avrebbero accesso facilmente al conto. Per ridurre il rischio di email indesiderate un altro consiglio è quello di creare filtri anti spam grazie ai quali i messaggi indesiderati verranno segnalati immediatamente al provider.

Leggete anche: Vodafone, Tim, Wind e Tre Italia credito svuotato, la nuova truffa via Whatsapp: pericolo anche per clienti Postepay.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Conti e carte, Conto corrente, Truffe